Fiume Savio Sant'Andrea in Bagnolo

Un intervento già avviato lungo il Savio, nella frazione di Sant’Andrea in Bagnolo, nel cesenate, che anticipa un’estate di lavori con l’apertura di due nuovi cantieri sulle sponde e nell’alveo del fiume

Con un investimento complessivo di circa 3 milioni 100mila euro continuano le opere per la sicurezza del corso d’acqua, che bagna il territorio romagnolo, con operazioni di pulizia dalla vegetazione, aumento della sezione del fiume per agevolare il passaggio della corrente e adeguamento delle dimensioni degli argini.

I lavori, nel dettaglio

A Sant’Andrea in Bagnolo i lavori consistono nella rimozione della vegetazione in alveo e nel taglio selettivo di quella in grado di provocare problemi idraulici.
L’intervento, del costo di circa 180mila euro, rientra nel finanziamento complessivo di 500mila euro, stanziato dalla Regione e previsto nel piano degli interventi, per la manutenzione straordinaria dei corsi d’acqua del cesenate nel biennio 2024-25.

Per l’estate è inoltre in programma un intervento interamente dedicato alla gestione della vegetazione nell’alveo del Savio, per un importo di 1 milione 600 mila euro, che interesserà principalmente il comune capoluogo.

Nello stesso periodo, sempre a Cesena, con un investimento di un 1 milione 300 mila euro partirà anche il cantiere per l’incremento della sezione di deflusso del Savio nel tratto cittadino, da valle del Ponte della Ferrovia fino alla località I Maceri.
I lavori prevedono sia la rimozione dei depositi presenti sulle banche fluviali, sia l’adeguamento funzionale delle quote di sommità degli argini al profilo di piena osservato a maggio dello scorso anno. Entrambi gli interventi sono finanziati dal commissario straordinario per la ricostruzione nell’ambito dell’ordinanza n. 8/2023.

Online la mappa con tutte le informazioni sui cantieri realizzati in Emilia-Romagna per la ricostruzione dopo le alluvioni di maggio.