Mezzi in Piazza del Popolo

Aziende e Comuni di quattro paesi europei uniscono le forze per trasformare la mobilità urbana

Il progetto GreenMob è un pianificatore di viaggio multimodale per viaggi sostenibili ed è sviluppato da un consorzio di partner europei, con il Comune di Cesena e Start Romagna insieme agli spagnoli CARNET (Cooperative Automotive Research Network) e l’Ajuntament de Viladecans, i francesi di Instant System, l’italiana Wecity e l’ungherese Debrecen Exclusive Public Transport Company (DKV), supportati da EIT Urban Mobility, l’iniziativa dell’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT), organismo dell’Unione europea,

L’obiettivo è ridurre le emissioni di biossido di carbonio (CO2) prodotte dai viaggi motorizzati, promuovere il trasporto sostenibile ed ecologico e aumentare la consapevolezza e i dati sulla sostenibilità.

Grazie a un calcolatore certificato delle emissioni di CO2, sviluppato da Wecity e integrato in una piattaforma Mobility as a Service (MaaS), l’interfaccia user-friendly calcola e mostra le emissioni di CO2 associate a qualsiasi viaggio in città, inoltre consente di aumentare la consapevolezza e supportare opzioni di trasporto ecologicamente responsabili per i viaggi in città.

“Insieme al Comune di Cesena – commenta Roberto Sacchetti, Presidente di Start Romagna – facciamo da apripista in un progetto che aggiunge nuovi stimoli e consapevolezze sul percorso verso una mobilità più sostenibile che integri vari modi di trasporto. La piattaforma promette informazioni esaustive su percorsi, orari, tariffe e aggiornamenti in tempo reale, oltre all’integrazione innovativa di uno strumento di monitoraggio delle emissioni di CO2 che riconosce automaticamente la modalità di trasporto utilizzata e calcola le emissioni. GreenMob consente ai consumatori di prendere decisioni informate, contribuendo così a un futuro più pulito e verde”.

Il progetto GreenMob sarà presto testato nelle città di Cesena, Viladecans (Spagna) e Debrecen (Ungheria), al fine di determinare la fattibilità e l’efficacia della soluzione.

La fase di test, che include la definizione e l’avvio del pilota, gli aggiustamenti tecnici e le sue integrazioni, prenderà avvio in questo mese per essere pronti per il mercato entro la fine dell’anno con un evento di presentazione ufficiale a Debrecen.

Principali contributi dei partner:

  • CARNET: gestione e coordinamento generale del progetto, definizione e test del pilota.
  • Instant System: aggiustamenti tecnici e integrazione, diritti di proprietà intellettuale (IPR), sfruttamento e scalabilità.
  • Wecity: partner tecnologico, creatore del calcolatore delle emissioni di CO2.
  • Start Romagna: implementazione dell’’applicazione MaaS, integrazione con la piattaforma di gamification di Wecity.
  • Comune di Cesena e Ajuntament de Viladecans: definizione e test del pilota.
  • Debrecen Exclusive Public Transport Company (DKV): aggiustamenti tecnici e integrazione, definizione e test del pilota.

Oltre il 70% dei cittadini dell’UE vive in aree urbane – città, paesi e periferie – che generano il 23% di tutte le emissioni di gas serra legate ai trasporti. Questa iniziativa rientra nel quadro dell’Unione europea per ridurre le emissioni di gas serra di almeno il 55% entro il 2030 e del 90% entro il 2050*. La sfida della mobilità futura sarà affrontata migliorando l’accessibilità e fornendo un servizio e una gestione efficienti dei veicoli; promuovendo l’interoperabilità su larga scala in tutta Europa tra i sistemi integrando servizi di mobilità pubblici e commerciali.“, conclude María Paula Caycedo, responsabile dell’Innovation Hub South di EIT Urban Mobility (*fonte).

Il progetto GreenMob rappresenta un passo significativo verso il raggiungimento di una mobilità urbana sostenibile e la riduzione dell’impatto ambientale. Sfruttando tecnologie innovative e sforzi collaborativi, il progetto mira a rivoluzionare il modo in cui le persone viaggiano nelle città, portando infine a ambienti urbani più puliti, verdi e vivibili.