(Shutterstock.com)

Nella prima settimana di apertura del bando già esaurita più della metà del budget dell’intero anno

Sempre più richieste per ottenere il contributo regionale sull’acquisto di biciclette e cargo bike (bici da trasporto) a pedalata assistita. Prosegue il successo, dopo quello registrato lo scorso anno, della misura voluta dalla Regione Emilia-Romagna con un boom di domande già nella prima settimana di apertura del bando 2024.

Sono 2.473 le richieste di contributo (registrate il 19 gennaio) per un valore di 1 milione e 229.375 euro, oltre la metà dell’intero budget previsto quest’anno e pari a 2 milioni e 387mila euro.

“I cittadini- commentano la vicepresidente con delega a Transizione ecologica, contrasto al cambiamento climatico, Ambiente, Irene Priolo, e l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità, Andrea Corsini- hanno capito il valore dell’iniziativa e stanno cogliendo l’occasione per fare qualcosa di concreto per l’ambiente e per se stessi. Usare le biciclette è una buona pratica per la salute e l’ambiente perché può contribuire a migliorare la qualità dell’aria, la vivibilità delle nostre città e il nostro benessere”.

“Il successo della misura- aggiungono- conferma che la direzione intrapresa dalla Regione è giusta. Vogliamo raggiungere, entro il 2025, la soglia del 50% di traffico più ‘ecologico’ e una riduzione del traffico veicolare del 20%, in attuazione del Piano regionale integrato dei trasporti, e diminuire i valori limite di qualità dell’aria”.

I fondi trasmessi dal Mase (Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica alla Regione) sono stati suddivisi in tre tranche: 3 milioni 808mila nel 2023, 2 milioni 387mila nel 2024 e 2 milioni 655mila nel 2025.

Chi non ha ancora fatto domanda e ha intenzione di comprare una bicicletta o una cargo bike a pedalata assistita, può quindi andare sulla piattaforma regionale fino alle ore 12 del 31 dicembre 2024 e richiedere il contributo per acquisti fatti dal 1^ gennaio al 31 dicembre di quest’anno, fino esaurimento dei fondi disponibili. Tutta la documentazione è disponibile sul sito della Regione.