Foto di repertorio shutterstock

Si tratta di 4 esemplari tutti presenti in proprietà private

Gli alberi monumentali presenti sul territorio comunale di Cesena diventano osservati speciali. In verità, si tratta del tradizionale appuntamento annuale definito dall’Amministrazione comunale e previsto dalla legge regionale che richiede una particolare tutela degli esemplari arborei singoli o in gruppi, in bosco o in filari di notevole pregio scientifico o monumentale. Le ragioni della tutela riguardano sia l’interesse naturalistico e scientifico che il legame culturale, affettivo e di identità che nel corso del tempo si è venuto a creare tra l’albero, il territorio circostante e la comunità che in esso ha vissuto e vive.

Per questa ragione il Comune ha incaricato gli esperti della ditta AgriNet 2000 di verificare le condizioni vegetative, fitosanitarie e le relative cure colturali di quattro esemplari arborei monumentali che si trovano all’interno del territorio comunale ma all’interno di proprietà private. Nello specifico si tratta di un Cedrus libani in Via Romea 2208, a San Vittore, di un Morus sp. in Via Melona 3393, a San Giorgio, e di due Quercus pubescens in Via Montegranello 1237, a San Carlo, e in Via Casalecchio 1900, sulle colline di Lizzano.

Gli interventi proposti, e che verranno eseguiti entro la fine dell’anno, sono volti alla eliminazione di stati di rischio (eliminazione del secco e di rami spezzati, valutazione della stabilità della pianta, consolidamenti) e si suddividono inoltre in operazioni non incisive e di lieve entità, quali valutazione statica strumentale sia a terra sia in quota, rimonda del secco e rifilatura monconi e trattamenti fitosanitari; attività programmabili soggette ad autorizzazione comunale, come potatura in chioma e posa in opera di consolidamenti.