Limitazioni dal 1° ottobre 2020 al 10 gennaio 2021

È tempo di limitazioni alla circolazione dei veicoli per la tutela dell’aria. A partire da domani, giovedì 1° ottobre, dalle 8,30 alle 18,30, nel territorio dei Comuni aderenti al PAIR (Piano Aria Integrato Regionale) e dunque anche nella città di Cesena saranno attive le limitazioni alla circolazione previste per la lotta allo smog nella stagione invernale. Slitta inoltre all’11 gennaio 2021 il blocco dei veicoli Euro 4 diesel, mentre si confermano a partire da domani i blocchi già in vigore nella scorsa stagione, riguardanti veicoli a benzina fino ad Euro 1, diesel fino ad Euro 3, motocicli e ciclomotori pre-euro. Tornano anche le domeniche ecologiche programmate per le giornate dell’11 e del 25 ottobre e dell’8 e del 22 novembre sempre nella fascia oraria dalle 8,30 alle 18,30 nel centro abitato. I divieti sono sospesi nei giorni festivi di martedì 8 dicembre e di venerdì 25 dicembre.

“Le limitazioni che entreranno in vigore a partire da domani – commenta l’Assessora alla Mobilità sostenibile e alla Viabilità Francesca Lucchi – derivano dal piano Aria dalla Regione Emilia-Romagna e sono in accordo con le altre regioni del Bacino Padano, Lombardia, Veneto e Piemonte, che insieme hanno valutato l’opportunità di posticipare all’11 gennaio prossimo l’entrata in vigore delle ulteriori misure, relative al blocco della circolazione dei veicoli a benzina Euro2, dei veicoli diesel Euro 4, dei motocicli e ciclomotori Euro 2 e dei veicoli GPL o metano Euro2, che avrebbero dovuto trovare applicazione già dal 1° ottobre. Tale decisione è stata valutata in considerazione sia della situazione economico-sociale determinata dal lockdown che non ha consentito la sostituzione dei mezzi privati maggiormente inquinanti, sia dalla probabile scelta dei cittadini di utilizzare il proprio veicolo privato per gli spostamenti a loro necessari”.

Per queste ragioni l’Amministrazione comunale di Cesena invita i cittadini a salvaguardare la qualità dell’aria limitando il più possibile ogni forma di combustione e relativa dispersione di inquinanti in atmosfera; ad usufruire dei parcheggi scambiatori sempre raggiungibili e dei bus navetta a costo convenzionato (10 centesimi al giorno a persona); ad utilizzare maggiormente i mezzi pubblici o mezzi alternativi rispetto ai veicoli privati a motore; a pianificare i propri spostamenti in funzione delle limitazioni previste dalla presente ordinanza e ad informarsi in merito ai servizi di Trasporto Pubblico Locale, bike sharing e monopattini elettrici, nonché all’esame della rete ciclabile esistente; laddove non sia possibile rinunciare all’utilizzo del mezzo privato, ad ottimizzarne l’impiego; a mantenersi informati sui valori dei livelli di qualità dell’aria pubblicati da Arpae con frequenza giornaliera e sui bollettini pubblicati da Arpae il lunedì e il giovedì, accedendo anche tramite pagina web del Comune di Cesena; a verificare la classe di appartenenza dei propri veicoli sul sito dell’Ente, sulle pagine web di Arpae – Liberiamolaria e sul portale dell’Automobilista; a contattare lo Sportello Energia di Energie per la Città SpA (Via Aldini, 50 – 0547 356500) al fine di acquisire informazioni utili per risalire alla classe di prestazione emissiva del proprio generatore di calore.

Dal 1° ottobre 2020 al 10 gennaio 2021 non possono circolare i veicoli benzina pre-euro ed euro 1, diesel fino a euro 3 compreso e cicli e motocicli pre-euro. Disco verde, invece, per la circolazione dei mezzi alimentati a benzina-metano, benzina-gpl, elettrici, ibridi e quelli che viaggiano con almeno 3 persone a bordo, se omologati per 4 o più posti, e con almeno 2 persone, se omologati per 2 o 3 posti a sedere (car pooling). E via libera anche ai trasporti specifici o per usi speciali e ai mezzi in deroga, tra cui quelli di lavoratori turnisti, per chi si sposta per motivi di cura, assistenza o emergenza, per chi accompagna bambini a scuola o per i meno abbienti (potrà circolare un singolo guidatore con Isee annuo fino a 14mila euro). Dal prossimo 11 gennaio, e fino al 31 marzo 2021, non potranno più circolare nemmeno i veicoli benzina fino a euro 2, diesel fino a euro 4 compreso cicli e motocicli fino a euro 1, veicoli benzina-metano, benzina-gpl fino a euro 1.

Inoltre, sempre a partire da domani, 1° ottobre, fino al 31 marzo 2021, sarà in vigore lo stop all’utilizzo di caminetti aperti e delle stufe a legna o pellet per il riscaldamento domestico di classe 1 e 2 stelle negli immobili civili in cui è presente un sistema alternativo di riscaldamento domestico.