CESENA –   La rivoluzione è sempre più vicina, o almeno così pare. Stando a quanto si apprende dalle dichiarazioni dell’assessore all’ambiente Francesca Lucchi. Niente porta a porta e niente cassonetti per il centro di Cesena ma vere e proprie isole ecologiche “in tour” (si parla di un paio di impianti mobili) che gireranno più volte al giorno nella zona circoscritta alle mura del centro storico malatestiano. Gli speciali camion sposteranno i cassonetti (carta, plastica, organico, vetro e indifferenziata) seguendo con ogni probabilità un tracciato che riprenderà le attuali postazioni della aree di raccolta differenziata oggi già presenti.

 

L’innovazione verrà introdotta gradualmente, dopo un periodo di sperimentazione del porta a porta che verrà avviato il 25 settembre prossimo. Analizzata la situazione i cassonetti nel centro verranno rimossi completamente e si darà il via alla formula itinerante di raccolta, mai testata in nessun comune dei comuni limitrofi.

 

L’area interessata sarà quella circoscritta da una parte di Viale Carducci, e via Padre Vicinio da Sarsina, comprendendo così piazza della Libvertà, Valdoca, via Zefferino Re e Piazza del Popolo. Si tratta comunque di una prima ipotesi a cui molto probabilmente si metterà mano per perfezionare il delicatissimo progetto destinato a cambiare letteralmente il modo di vivere degli abitanti e delle attività del centro di Cesena. Si dovrà garantire, infatti, la copertura 24h dei cassonetti con più passaggi in modo che tutti possano conferire i rifiuti riducendo al minimo i disagi ed è proprio per questo che si stanno analizzando con dovizia di particolari i dettagli dell’intera operazione