Via Emilia Ciclovia presentato il progetto

Presentato lo studio di fattibilità di FMI

La ciclabile Rubicone-Forlì, 40 chilometri dedicati alla mobilità sulle due ruote, che collegano i già esistenti sentieri dell’Uso e del Rubicone alle ciclabili del Rigossa, del Savio e del Bidente, lungo il grande collettore via Emilia, è un sogno che prende forma. La concretezza del progetto sta nello studio di fattibilità presentato ieri al Museo Archeologico del Compito “Don Giorgio Franchini” di Savignano sul Rubicone.

Una parentesi di “tempo lento” quella del pomeriggio di ieri, martedì 21 maggio, dedicato alla conoscenza del progetto Pedalando nella storia – la ciclabile lungo la via Emilia, che vede capofila l’Unione Rubicone e Mare con il coinvolgimento di Unione dei Comuni Valle del Savio, Comuni di Forlì, Forlimpopoli e Bertinoro, e il sostegno di Unica Reti e della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena.

Un progetto che fonda il proprio valore aggiunto sulla capacità di fare rete e superare i confini, sulla grande opportunità offerta dalla connessione lenta tra le città e i territori della provincia, dal punto di vista turistico. Protagonista a tutto tondo è il cicloturismo, segmento in costante crescita, cui si aggiunge la sostenibilità ambientale.

Questo in sintesi il messaggio scaturito al termine degli interventi dei presenti all’incontro, il presidente dell’Unione Rubicone e Mare Filippo Giovannini, il sindaco di Longiano Mauro Graziano, la sindaca di Gambettola Maria Letizia Bisacchi, l’assessora alla mobilità sostenibile di Cesena Francesca Lucchi, l’assessore all’Ambiente e all’Innovazione del Comune di Bertinoro Raffaele Trombini, il presidente del Consiglio Comunale di Forlimpopoli Enrico Monti già firmatari dell’accordo tra enti di novembre 2023 per la realizzazione del progetto. Era assente per sopravvenuto impedimento personale, l’assessore alla mobilità di Forlì Giuseppe Petetta. Presenti anche la sindaca di San Mauro Pascoli Luciana Garbuglia, la vice sindaca di Longiano Sara Mosconi, Stefano Bellavista, presidente di Unica Reti, e Luca Castagnoli, segretario generale di Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena.

Lo studio di fattibilità, redatto dalla società Fmi, Forlì Multiservizi Integrati, arriva dopo l’accordo tra gli enti coinvolti firmato a novembre 2023 e il dossier di progetto prodotto da Sinloc. Il prossimo passaggio sarà la stesura del progetto per la candidatura a bandi di finanziamento per le ulteriori fasi progettuali e realizzative.

Ad oggi, il percorso è finanziato tramite Pnrr e il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, che sostiene progetti di sviluppo territoriale, per 52.212,84 euro, e da Unica Reti per circa 50.000 euro.

PEDALANDO NELLA STORIA

“Pedalando nella storia” è il nome del progetto che vede al suo centro un percorso ciclo-pedonale protetto da realizzare a fianco dell’attuale sede della SS 9 “via Emilia”, dove possibile, e in alternativa, su strade di collegamento già esistenti e limitrofe al tracciato della Statale. Un’idea che affonda le sue radici nella lunga tradizione della passione dei romagnoli per la bicicletta, mezzo di trasporto consolidato sul territorio, diffuso in maniera trasversale, sia nei trasferimenti quotidiani che come strumento per l’attività fisica. Oltre alla passione per le due ruote, si inserisce nel quadro un altro elemento del dna del territorio: la via Emilia, spina dorsale della regione, e collegamento lungo il quale si sono sviluppate nei secoli le città e la loro storia; percorrerla in sicurezza, a piedi o in bicicletta, è uno strumento di valorizzazione in ambito storico, culturale e turistico delle città a lei affacciate e collegate, ricche di testimonianze della vita delle comunità che qui hanno vissuto, nei secoli.

Nella foto i presenti ieri:  il presidente dell’Unione Rubicone e Mare Filippo Giovannini, il sindaco di Longiano Mauro Graziano, la sindaca di Gambettola Maria Letizia Bisacchi, l’assessora alla mobilità sostenibile di Cesena Francesca Lucchi, l’assessore all’Ambiente e all’Innovazione del Comune di Bertinoro Raffaele Trombini, il presidente del Consiglio Comunale di Forlimpopoli Enrico Monti già firmatari dell’accordo tra enti di novembre 2023 per la realizzazione del progetto.  Presenti anche la sindaca Luciana Garbuglia, la vicesindaca di Longiano Sara Mosconi,  Stefano Bellavista, presidente di Unica Reti, e Luca Castagnoli, segretario generale di Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena.-