Fonte: Ufficio Stampa Festa Artusiana

L’appuntamento con lo Show-cooking alle 20 in Piazza Fratti è insieme alla gastronoma Carla Brigliadori

Incontri sulla biodiversità e i frutti dimenticati, l’originale connubio Gin di Romagna e Parmigiano Reggiano, focus sulla cucina del futuro, show cooking, divertimento e animazione per le vie del centro. Prosegue venerdì 30 giugno la ricca programmazione della XXVII edizione della Festa Artusiana, dedicata al padre della cucina italiana Pellegrino Artusi.

Si parte alle 18.45 nel Museo Archeologico “T. Aldini” con il secondo appuntamento con Storia e archeologia a tavola – aperitivo romano, esperienza archeologica sperimentale, a cura di ArkeoGustus e Atlantide, con degustazioni guidate sulla cucina romana antica. A seguire, alle 21, sempre nel Museo ci si accomoda a un’ideale Tavola nel mondo antico. La visita guidata, della durata di un’ora circa (ingresso 5 euro) accompagna alla scoperta dei cibi e dei modi di vivere la convivialità dalla Preistoria al Rinascimento.

All’insegna dell’originalità e della sperimentazione è l’Aperitivo a corte delle 19 a Casa Artusi, con “L’incontro tra il Parmigiano Reggiano e il Gin Primo di Romagna”. A seguire una degustazione verticale di stagionature di formaggio in abbinamento all’assaggio e alla storia dei diversi Gin della Premiata Officina Lugaresi di Cesena. Seguirà l’esibizione musicale del Prestige Jazz Duo, con Alessandro Scala e Sam Gamberini.

L’appuntamento con lo Show-cooking alle 20 in Piazza Fratti è insieme alla gastronoma Carla Brigliadori, reduce dalla partecipazione al Summer Fancy Food 2023. L’evento è organizzato dall’associazione Accademia Artusiana di Forlimpopoli.

A seguire l’incontro, sempre a cura dell’Associazione Cuochi Artusiani Forlì-Cesena, sui frutti dimenticati e la biodiversità recuperata. Intervengono Maurizio Sirotti di Arpae Forlì-Cesena, Ambra Micheletti dell’Agenzia regionale ASSAM Marche, Sergio Guidi Presidente dell’Associazione Patriarchi della Natura. Presenterà la serata Maurizio Artusi presidente dell’Accademia Artusiana. Nell’occasione verrà presentato il nuovo volume della serie curata dall’ARPAE, “Frutti dimenticati e Biodiversità recuperata” relativo a Marche e Toscana.

In parallelo alle 20 (con replica alle 21 ed alle 22), la sezione romagnola dell’Associazione Italiana Sommelier propone una nuova degustazione delle eccellenze del nostro territorio. L’incontro, in piazza Garibaldi, sarà dedicato al forlivese e vedrà come relatore Raffaele Nanni insieme alla sommelier Caterina Valbonesi. Il costo di partecipazione, che verrà devoluto alle famiglie del comune di Forlimpopoli che si trovano in difficoltà a causa dell’alluvione, è di 10 euro.

Prosegue l’approfondimento sulla cucina italiana tra la Romagna e il mondo. Alle 21 nella Chiesa del Carmine è in programma l’incontro su “Come mangeremo nel futuro” con il professor Marco Dalla Rosa, coordinatore del Corso di Laurea in Tecnologie alimentari dell’Università di Bologna e componente del Comitato Scientifico della Fondazione Casa Artusi.

Lo spazio dedicato ai ragazzi nel Fossato della Rocca alle 20.45 mette in scena lo spettacolo di clownerie di Gianni Risola con “Otto Panzer Show”, mentre le principali vie e piazze del centro sono animate dai buskers Teodor Borisov con “Il mondo delle marionette” e da Katastrofa Clown con “Katastrofa show”.