Fonte: Ufficio Stampa Agenzia PrimaPagina

In mostra le poetiche creazioni in cartapesta di Giorgio Bedei

In occasione delle Giornate del Patrimonio 2022, la città di Forlimpopoli ospita la vernice della mostra “Levità”, dedicata alle sculture in cartapesta di Giorgio Bedei, a cura di Angelamaria Golfarelli. L’inaugurazione è fissata per sabato 24 settembre, alle ore 17 nella Sala Mostre della Rocca di Forlimpopoli, alla presenza dell’artista e della curatrice.

In esposizione una trentina di opere giocose e visionarie, che ci trasportano nel mondo onirico dell’artista. C’è la serie ispirata al circo, con acrobati e pagliacci dall’aria quasi felliniana, e poi le Femmes fatales (vicine ai seducenti personaggi interpretati da Marlene Dietrich o Greta Garbo), gli azzimati Gagà ritratti con ironia, i meravigliosi cavalli al galoppo che sembrano librarsi verso il cielo. Scrive la curatrice Golfarelli: “Le opere in cartapesta di Giorgio Bedei, appaiono lontane da ogni forma di staticità e pesantezza e sembra che siano attraversate da quella leggerezza propria di un’età che sorge e che sviluppa quella spontanea attitudine verso la levità che si trasforma in gioco”. Da qui il titolo scelto per la mostra.

Giorgio Bedei  vive e lavora a Forlì. Da oltre 30 anni si dedica all’arte della cartapesta elaborando una personale tecnica con cui realizza le sue poetiche figure di donne, di uomini e di animali. Per le sue creazioni usa materiali poveri come la carta dei quotidiani, il cartone, il filo di ferro e vari tipi di colla. E, sorprendentemente (vista la vivacità delle sue creazioni), non usa colori, ma decora i propri lavori accostando fra loro piccoli frammenti di carta colorata e illustrata su cui viene passato alla fine uno strato di vernice trasparente ad acqua. La mostra “Levità” rimarrà allestita fino al 9 ottobre e potrà essere visitata nei seguenti orari: venerdì dalle 16 alle 19; sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.