I nuovi bidoni del vetro

Proseguono le iniziative di Comune di Forlì e Alea Ambiente per preservare il decoro del cuore della città

Nei giorni scorsi la società in house providing per la gestione dei rifiuti ha infatti provveduto alla sostituzione di 13 contenitori stradali (campane) per la raccolta del vetro presenti in centro storico con un nuovo modello. Ideato e progettato da CoReVe, il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero dei rifiuti di imballaggio in vetro, questo nuovo contenitore garantisce una maggiore accessibilità, essendo stato progettato anche per le persone con disabilità, oltre a risultare – per estetica e dimensioni – più adatto al contesto urbano.

Dopo aver rimosso i vecchi contenitori e prima di installare i nuovi, posizionati in alcuni punti del centro storico concordati con l’Amministrazione comunale, Alea Ambiente ha provveduto anche a una profonda pulizia e rimozione dello sporco a terra, causato dai versamenti di olio e altri liquidi contenuti nei rifiuti in vetro conferiti nel tempo nelle campane.

“Il decoro urbano e la pulizia del centro storico passano anche da qui, da iniziative come questa. Le nuove campane del vetro – commenta l’Assessore Giuseppe Petetta – impediscono il conferimento di rifiuti indifferenziati e sacchetti dell’immondizia perché hanno un foro di ingresso più piccolo, e un occhio di riguardo all’estetica. Alcuni di questi nuovi modelli, inoltre, sono stati collocati in posizioni più evidenti, ben visibili ai cittadini, per scongiurare gli abbandoni e sensibilizzare gli utenti”. “Il progetto – dichiara Gianluca Tapparini, Direttore Generale di Alea Ambiente – proseguirà nelle prossime settimane con l’acquisto e l’installazione di 36 nuovi contenitori nei centri urbani degli altri comuni del bacino, a cui faremo precedere un’altrettanto profonda pulizia a terra. Si tratta di una sperimentazione appena partita in tutta Italia, e Forlì rappresenta una delle città capofila. Per questo dobbiamo ringraziare CoReVe, il consorzio nazionale con cui la nostra società collabora da tempo per dare vita a progetti innovativi, come nel caso della sperimentazione per la differenziazione tra vetro bianco (trasparente) e colorato che ha coinvolto con successo diverse utenze non domestiche del territorio”.