Fonte: Ufficio Stampa Ausl Romagna

L’iniziativa di una giovane di Modigliana che aveva già donato, due anni fa, allo stesso reparto, un ottotipo computerizzato

E’ stato consegnato, questa mattina, all’Unità Operativa di Oculistica dell’ospedale “Morgagni – Pierantoni”, in presenza del direttore, dottor Giacomo Costa, e della coordinatrice infermieristica Emanuela Bacchilega, uno schermo di Hess per la diagnosi e il trattamento dello strabismo. L’iniziativa parte da Tamara Mazzoni, una giovane di Modigliana, che aveva già donato, due anni fa, allo stesso reparto, un ottotipo computerizzato .

“Visto il successo di due anni fa – spiega – anche quest’anno ho pensato di fare qualcosa per aiutare i bambini nella prevenzione Ortottica. Dal momento che mi sono stati donati dei materiali, ho pensato ad una nuova raccolta fondi per acquistare lo schermo di Hess, che mancava all’ospedale di Forlì. Grazie all’aiuto di mia mamma, che ha fatto tutti i portachiavi, e non solo, ho realizzato la somma per l’acquisto dello schermo. Vorrei ringraziare i commercianti di Modigliana, per avermi aiutato a vendere le creazioni, mia mamma Adria e tutti coloro che hanno acquistato qualcosa”.

“Non posso far altro – commenta il dottor Costa – che ringraziare Tamara per il suo ennesimo interessamento per l’oculistica da ma diretta. Il “coordimetro” o “schermo di Hess” è uno degli strumenti fondamentali di un servizio di ortottica… è quello che ci consente di studiare le deviazioni della motilità oculare e porre le basi per una diagnosi e poi per il trattamento degli strabismi; sia nell’ adulto che nel bambino”.