foto di repertorio shutterstock

L’attività investigativa svolta dalla Squadra Mobile ha consentito di recuperare la bicicletta utilizzata per la fuga e la felpa indossata dall’uomo

Durante il ponte di Ognissanti la Polizia di Stato di Forlì-Cesena ha eseguito un provvedimento di custodia cautelare in carcere, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Forlì su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di un trentenne ritenuto responsabile della rapina perpetrata il 4 ottobre scorso ai danni della farmacia Barboni di via Bertini.

La rapina era stata consumata intorno alle ore 12:20, da un uomo con il volto parzialmente travisato dal cappuccio di una felpa e da occhiali da sole, il quale ha fatto ingresso nella farmacia minacciando le due dipendenti con un paio di forbici, impossessandosi della somma di 530,00 euro, prelevati dalla cassa, per poi allontanarsi a bordo di una bicicletta, facendo perdere le proprie tracce.

L’attività investigativa svolta dalla Squadra Mobile ha consentito di recuperare la bicicletta utilizzata per la fuga e la felpa indossata dall’autore del reato, nonché di ricostruire i suoi spostamenti successivi all’azione. Attività che ha permesso l’identificazione, anche attraverso l’analisi comparativa delle immagini acquisite dai sistemi di videosorveglianza con le foto segnaletiche degli archivi di polizia, riscontrando, tra l’altro, gli stessi tatuaggi presenti in alcune parti del corpo. Il rapinatore è stato associato al carcere di Forlì.