Foto di repertorio

Gli appuntamenti proposti

La Diocesi di Forlì si prepara a celebrare gli ottocento anni di Sant’Antonio di Padova che dal 1221 al 1222 visse per oltre un anno all’eremo di Montepaolo e il 24 settembre 1222 tenne a Forlì la sua prima predica pubblica.

Per celebrare il centenario saranno proposti i seguenti appuntamenti:

venerdì 16 settembre 2022 alle 17 presso la Sala Melozzo (piazza Melozzo, 7°, Forlì) si svolgerà il convegno con gli interventi di padre Luciano Bertazzo dei frati minori conventuali a cui è affidato il tema “Da Montepaolo a Forlì: l’identità ritrovata di frate Antonio”, e di Gabriele Zelli che presenterà “Il luogo della prima predica di frate Antonio a Forlì: ipotesi e certezze”. Suor Maria Grazia Riva delle Adoratrici Perpetue del SS. Sacramento presenterà la mostra “Sant’ Antonio: la voce e il miracolo” allestita presso il Vescovado di Forlì e che sarà inaugurata al termine dell’incontro. La mostra resterà aperta dal 19 settembre al 7 ottobre (dal lunedì al venerdì 9.30-12.30, 15-17) con la possibilità di visite guidate su prenotazione (tel. 0543.32620, dal lunedì al venerdì 9.30-12.30).

sabato 24 settembre 2022 alle 20.30 nel piazzale del santuario di Montepaolo si svolgerà la sacra rappresentazione “La voce e il miracolo” a cura dell’associazione Di-segno.

domenica 25 settembre 2022 alle 17 nella Cattedrale di Forlì si terrà la solenne concelebrazione eucaristica, con la presenza dei frati francescani e domenicani, presieduta dal card. Mauro Gambetti, vicario generale di Papa Francesco per la città del Vaticano. Alle 21, nella Sala San Luigi andrà in scena lo spettacolo su Sant’Antonio “Troppa grazia” a cura di “Teatro minimo” di Ardesio (Bg).

“Questo centenario – afferma il vescovo, mons. Livio Corazza – si unisce ad altri appuntamenti importanti che vivremo in questo inizio del secondo anno di cammino sinodale: il 16 e 17 settembre ricorderemo mons. Luigi Giussani, fondatore di Cl, nel centenario della nascita, il 5 ottobre Annalena Tonelli, il 16 ottobre gli 80 anni di presenza dei Salesiani a Forlì, e il 9 novembre il 70° anniversario della morte di mons. Giuseppe Prati, il familiare don Pippo dei forlivesi, sacerdote, educatore e comunicatore. In quest’anno inoltre ricorre il 60° anniversario dell’apertura del Concilio ecumenico Vaticano II. Guardiamo a questi testimoni e a questi avvenimenti per imparare a vivere con entusiasmo, nel nostro tempo, l’annuncio del Vangelo, la passione educativa, la bellezza delle relazioni, la presenza nella vita reale delle persone”.