Foto di repertorio shutterstock

“Dei 47 orti disponibili e messi a bando dai nostri uffici, 22 sono stati assegnati seguendo il consueto diritto di prelazione e 25 sono stati destinati a nuovi gestori”

Con l’arrivo della primavera, esplode “l’orto mania”. Pervenute in Comune 216 domande per la gestione di 47 aree ortive. In lista d’attesa ben 191 cittadini. “Gli orti – piccoli o grandi che siano, in periferia come in centro città – rappresentano una piacevole opportunità per migliorare la qualità della vita di chi vi si dedica, per intervenire sul paesaggio urbano, per contribuire al profilo ecologico e ambientale di un territorio e per sviluppare relazioni solidali.”

“Anche quest’anno” – prosegue l’Assessore Cintorino – “i cittadini forlivesi si sono dimostrati molti interessati al tema della gestione e cura delle aree ortive. Nell’avviso pubblico appena chiuso e riferito alle assegnazioni 2022/2026 sono pervenute 216 domande (di cui 69 da ultra 60enni, 4 da nuclei/persone vulnerabili, 8 domande sono pervenute da gruppi e 122 da singoli ortisti, mentre alcune domande risultavano non corrette). Dei 47 orti disponibili e messi a bando dai nostri uffici, 22 sono stati assegnati seguendo il consueto diritto di prelazione e 25 sono stati destinati a nuovi gestori. Restano quindi in lista d’attesa ben 191 cittadini; la graduatoria è a scorrimento, pertanto man mano che si libereranno degli orti, si procederà con le assegnazioni in base all’ordine di arrivo.”

“Con questi numeri e queste prospettive” – conclude l’Assessore Cintorino – “siamo pronti a ragionare con i quartieri e il territorio per l’individuazione e la realizzazione di nuove aree ortive, luoghi di benessere e inclusione sociale”.