Foto di repertorio shutterstock

Tassisti, baristi e ristoratori tra i beneficiari

Dopo un primo avviso con cui sono stati liquidati benefici economici per complessivi 314 mila euro a 231 attività commerciali del territorio, il Comune di Forlì torna a mettere in campo nuove misure finanziarie, a fondo perduto, per contenere gli effetti negativi causati dal Covid sulle imprese locali. “Visto il perdurare delle misure restrittive causate dal Covid e la grave situazione finanziaria in cui versano numerose attività economiche del forlivese, abbiamo ritenuto necessario, mettendoci al servizio dei nostri imprenditori, garantire loro ulteriori contributi a fondo perduto per complessivi 300 mila euro, come forma di ristoro per le perdite subite in questo primo quadrimestre del 2021”.

L’Assessore alle imprese, Paola Casara, proponente dell’iniziativa, entra nel dettaglio del provvedimento varato nei giorni scorsi dalla Giunta Zattini. “Rispetto al primo avviso, ci sono alcune importanti novità condivise con le associazioni di categoria, volte ad ampliare la platea dei beneficiari e il numero delle domande ammesse. Prima di tutto, diversamente da quanto ragionato lo scorso dicembre, abbiamo incluso tra le imprese richiedenti il contributo anche i pubblici esercizi (bar e ristoranti), i taxisti e la categoria del noleggio auto con conducente (NCC). Poi, sempre nell’ottica di sostenere il maggior numero di imprese possibili, abbiamo abbassato la soglia minima di riduzione del fatturato nel periodo di riferimento ricompreso tra il 1° marzo 2020 e il 28 febbraio 2021, rispetto allo stesso periodo d’esercizio precedente (01/03/2019-28/02/2020), dal 33% al 20% per il primo scaglione di ripartizione e superiore al 70% per il secondo scaglione. Ma non solo; diversamente dal primo bando in cui il volume d’affari doveva essere inferiore a 250 mila euro, in questo avviso lo abbiamo elevato a 500 mila euro così da poter includere, tra i richiedenti del contributo, molte piccole e medie imprese della città caratterizzate da un fatturato maggiore ma ugualmente colpite dagli effetti del covid.”

“Nei prossimi giorni” – conclude l’Assessore Casara – “i nostri uffici provvederanno a pubblicare sul sito del Comune l’avviso pubblico contenente le modalità e i termini di inoltro della domanda per l’erogazione del contributo. Certamente, si tratterà ancora una volta di procedure rapide e snelle, volte a soddisfare il prima possibile le richieste delle nostre imprese e alleviare, nell’ambito delle nostre competenze, situazioni di attestata sofferenza economica causate dal virus.”