Per parlare di enoturismo e degustare vini e prodotti del territorio

Forlì – In grado di muovere ogni anno 14 milioni di persone per un valore complessivo di oltre 2,5 miliardi di euro (dati rapporto Turismo del Vino in Italia 2018), l’enoturismo si sta sempre più affermando come uno dei motori culturali ed economici del paese. Non stupisce, dunque, che dal 2011 l’Associazione Italiana Sommelier dedichi proprio alla cultura del vino e dell’olio una Giornata Nazionale celebrata in ogni regione d’Italia all’interno di edifici di alto valore artistico e culturale. Tutto pronto anche in Romagna per la IX edizione della Giornata Nazionale della cultura del vino e dell’olio, in programma sabato 11 maggio.

Location dell’iniziativa, organizzata da AIS Romagna,  è il complesso museale del San Domenico di Forlì che ospiterà dalle 10.30 un convegno dal titolo ‘Enoturismo, la Via Emilia da gustare’.

Insieme ad esperti del settore, docenti universitari, giornalisti e autorità regionali e locali, dopo i saluti del sindaco di Forlì Davide Drei, si affronteranno diversi temi tra cui la valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche, ma anche il problema della contraffazione dei prodotti di qualità. A partire dalle ore 13.00 via libera ai banchi d’assaggio che, in un tripudio di sapori e profumi, accompagnano i partecipanti alla scoperta delle diverse zone a vocazione vitivinicola del nostro territorio. Protagoniste della giornata, le cantine romagnole che nella scorsa edizione della guida regionale ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’ avevano ottenuto con i loro vini l’eccellenza, ovvero il punteggio massimo conferito dalle commissioni degustatrici di AIS.

A duettare con i calici, i prodotti gastronomici del territorio tra cui il Mandolino del Monferrato di Celli,  i prodotti della Strada della Romagna, gli oli  e, dulcis in fundo, il cioccolato Gardini. A consigliare i migliori abbinamenti, quelli in grado di esaltare al meglio le caratteristiche di ogni prodotto, i sommelier di Ais Romagna pronti a raccontare vini e cibi tipici dei diversi territorio della Romagna. 

Per la partecipazione ai banchi d’assaggio è previsto un ticket d’ingresso di € 12 (€ 10 per i soci Ais) che consente la degustazione libera di vino e olio e un piattino di assaggi di prodotti della gastronomia.

La Giornata nazionale del Vino e dell’Olio

Giunta alla nona edizione, la Giornata nazionale del Vino e dell’Olio gode, grazie ad un protocollo di intesa, della co-organizzazione dei Ministeri delle Politiche Agricole, dell’Istruzione, dei Beni Culturali, del patrocinio della Rai, e si articola in diversi appuntamenti sul territorio. Tra gli obiettivi della manifestazione: conoscere i costumi di altri luoghi, riavvicinarsi alla tradizione enogastronomica, arricchire il proprio bagaglio culturale attraverso il vino e l’olio, vivere la cantina come luogo di storie e di ispirazione.