L’ex ministro dell’Interno presenta il suo libro

Parlare di sicurezza intesa come ordine pubblico, ma anche come scelte strategiche di politica internazionale, di gestione dei flussi migratori, di integrazione, di politiche sociali e di investimento su città e periferie. Sono questi gli argomenti al centro dell’incontro in programma per venerdì 22 febbraio alle ore 18 a Forlì nella sala “Gianni Donati” (Corso Diaz, 133) con il deputato Marco Minniti, già ministro dell’Interno. L’iniziativa, aperta a tutti gli interessati, partirà dalla presentazione del libro di cui è autore lo stesso Minniti, dal titolo “Sicurezza è libertà” (Rizzoli). Ad aprire l’incontro sarà il parlamentare Marco Di Maio, mentre a moderare l’iniziativa sarà il giornalista Alessandro Rondoni.  

“Da troppo tempo si fa passare l’idea che per avere più sicurezza sia necessario ridurre le libertà personali – commenta il deputato Marco Di Maio, promotore dell’iniziativa e segretario della Commissione Affari costituzionali della Camera -. Chi governa attualmente questo Paese sta agendo sulla base della tesi che una maggiore protezione debba passare da una riduzione dei diritti, illudendo le persone che fenomeni come quelli migratori possano essere fermati chiudendo i porti o facendo tagli sugli strumenti di integrazione. Dal libro di Marco Minniti emerge un’idea totalmente diversa, che è basata sul concetto che una corretta integrazione e una maggiore sicurezza passano da un più forte equilibrio tra diritti e doveri. Un Paese che rinuncia a puntare sull’integrazione è un Paese che decide, drammaticamente, di essere meno sicuro”.