A cura di Italia Nostra, in collaborazione con La Foglia

Italia Nostra, in collaborazione con La Foglia, presenta il volume di Sergio Spada “Condottieri di Romagna. Il Duecento e il Trecento” di Sergio Spada (Il Ponte vecchio, 2018) dedicato a una pagina importante della storia del nostro territorio. Appuntamento mercoeldì 30 genaio ore 18:30 al Circolo della Scranna, in corso Garibaldi 80 a Forlì. Il fenomeno delle condotte e delle compagnie di ventura incise profondamente sulle vicende politiche, sociali, economiche del secondo medioevo e della prima età moderna. In realtà le radici del mondo dei condottieri si svilupparono già nell’alto medioevo e la sua evoluzione si estese fino alle soglie dell’età dei lumi. La storiografia si è trovata spesso divisa sulla valutazione di questo fenomeno, partendo dalle riflessioni decisamente negative di personalità dell’epoca come il Machiavelli o il Guicciardini, dalle fascinose per quanto dettagliate ricostruzioni biografiche della prima metà di un Ottocento romantico e risorgimentale, fino all’interpretazione strumentale operata con gli accenti propri della retorica di regime nel periodo fascista. In questi ultimi decenni studiosi come Larner, Mallet o Cardini hanno suggerito una lettura più asciutta e realistica del ruolo che i venturieri ricoprirono nella storia della nostra penisola. La Romagna fu una fucina di condottieri (basti pensare ad Uguccione della Faggiola, ad Alberico da Barbiano o a Muzio Attendolo Sforza, per limitarsi al periodo preso in esame in questo primo volume, cioè i secoli XIII e XIV) e di mercenari come i temuti e ricercati “brisighelli”, ma fu anche teatro del passaggio e delle imprese di quasi tutte le grandi compagnie che percorsero l’Italia. Queste pagine vogliono delineare i ritratti dei romagnoli che al mestiere delle armi dedicarono tutta la loro vita, nel bene e nel male, senza cedere alle lusinghe delle corti o al gusto del potere. 

 

L’autore: Nato a Forlì nel 1953, Sergio Spada è laureato in Lettere all’Università degli Studi di Bologna ed è stato bibliotecario del Comune di Lugo e addetto stampa della Camera di Commercio di Forlì. Dal 1994 è funzionario del Servizio Politiche Culturali del Comune di Forlì. Come giornalista pubblicista ha collaborato a diversi quotidiani tra cui «Il Resto del Carlino», «La Gazzetta di Forlì», «Il Messaggero» e a alle riviste «Romagna Arte e Storia», «Il Melozzo», «La Piè», con articoli e saggi di storia, arte e cultura locali. È autore di numerosi volumi tra cui “Voltana Maggio 1910” (1981), “Madonna Barbara – La vicenda di Barbara Manfredi tra storia e leggenda” (1986), “Agenda Storica di Forlì” (1996 e 1997), “Un fotografo nel Medioevo” (1998), “Magnifico Signore – Pino III Ordelaffi, ultimo Signore di Forlì” (1999), “Il Quattrocento in Romagna” (2006), “Dismarìe, personaggi e storie nella Forlì del Quattrocento” (2009). L’incontro avrà luogo mercoledì 30 gennaio 2019 dalle 18:30 al Circolo della Scranna, in corso Garibaldi 80 a Forlì. Per informazioni: [email protected] o tramite la pagina FaceBook @ItaliaNostraForli 3474017868