Pochi clic per individuare quali post vedere in cima alla sezione Notizie

Avrete certamente notato che Facebook, il social blu di Zuckerberg, ci suggerisce le amicizie in base alle cose che abbiamo in comune. E’ ormai risaputo che l’algoritmo ci imprigiona dentro i nostri pregiudizi, tendiamo cioè ad accreditare le informazioni non perchè ne riconosciamo il loro valore e l’autorevolezza della fonte, ma perchè queste confermano la nostra tesi, il nostro convincimento, ovvero, il nostro pregiudizio. A lungo andare questo comportamento ci imprigiona in una sorta di bolla nella quale rischiamo di restare intrappolati, conversando solo e soltanto con chi la pensa come noi. La buona notizia, però, è che Facebok, come ogni algoritmo, permette una personalizzazione e ci dà la possibilità di scegliere gli interlocutori che vogliamo vedere per primi. Se nella lista metteremo persone che hanno linguaggi e categorie diverse dalla nostra, ecco che il nostro orizzonte si allargherà offrendoci considerazioni e punti di vista che spontaneamente non saremmo propensi a cercare.

Come si fa? La cosa è molto semplice: si clicca sul triangolino che si trova in alto a destra e si scorre fino a trovare “Preferenze della sezione Notizie” che porta alla sezione “decidi tu e personalizza la tua sezione Notizie”, la quale permette di scegliere chi vedere prima tra gli amici e le pagine a cui abbiamo dato il Like. Se ne possono selezionare fino a un massimo di 30, la persona o la Pagina non saprà che le abbiamo selezionate.

Scegliere anche qualcuno che è diverso da noi ci darà la possibilità, come afferma Bruno Mastroianni in “La disputa felice” – libricino sulla polarizzazione/contrapposizione del discorso pubblico – di “modellare i nostri spazi in modo che abitualmente segnalino contenuti e informazioni per non stare comodi, per riflettere, rielaborare e ripensare ciò che riteniamo realtà” e a uscire da quella bolla in cui tenderemmo a rimanere. Noi, tra i contenuti da tenere d’occhio – e anche un po’ per deformazione professionale – vi segnaliamo: Nuovo e Utile, il sito dedicato a teorie e pratiche della creatività di Annamaria Testa.

 

Barbara Boattini