Battuto il Cagliari per 87-102

Comincia come meglio non potrebbe il campionato dell’Unieuro Forlì, corsara in Sardegna nella prima trasferta della stagione 18-19. La partita dei biancorossi è per larghi tratti strepitosa specialmente in attacco: sei uomini in doppia cifra e una costruzione del gioco offensivo che porta i giocatori liberi al tiro con una semplicità disarmante. Cagliari barcolla a lungo (-19 a metà del secondo quarto), resta aggrappata al match finché può ma alla fine deve arrendersi allo strapotere fisico e tecnico di Kenny Lawson e compagni.

Sacrificio, automatismi, personalità: già nel primo quarto dopo le schermaglie iniziali Forlì lascia intendere ai padroni di casa che la domenica sarà di complessa gestione. Lawson firma i primi 4 punti della stagione, Giachetti in forma scintillante quelli “italiani”. E’ del play ex Ravenna anche il sorpasso dal quale Cagliari non riuscirà più a riemergere, un grande rilascio in sospensione dalla media distanza per il 15-16 di Forlì. Lo zucchero sul primo quarto lo mette tutto Melvin Johnson, con tre triple senza errori che già al primo riposo portano i biancorossi di Valli avanti di 10.   

 

Il secondo quarto è un lungo monologo di Forlì, con Oxilia sugli scudi e Dilas che recuperando palla dopo due rimbalzi consecutivi fa esplodere la panchina. Marini spadroneggia in area avversaria e capitan Bonacini centra la tripla mentre il solo, scatenato Miles (26 finali col 70% da 2 e 6 assist) le prova tutte per smuovere le acque. Partita potenzialmente in ghiaccio con Forlì a +19, solo che appena la tensione scende di una tacca Cagliari rientra: Rullo da tre e Matrone sulla sirena mandano le squadre al riposo con uno stringato +7 Forlì.

Il terzo quarto è quello della sofferenza. Perché i padroni di casa giocano tutte le carte che hanno in mano mentre Forlì non trova ossigeno offensivo e fatica a correre. Sul +1 (69-70) sono però Oxilia e Melvin a scacciare i fantasmi dell’anno scorso: la guarda americana prima mette tre punti a referto e poi in uscita dai blocchi fa un canestro di talento puro. Lo sfondamento in attacco di Cagliari sul solito, preziosissimo capitan Bonacini tiene Forlì a distanza di sicurezza.

L’ultimo quarto è una summa del salto di qualità compiuto in estate da Forlì. Perché quando la palla scotta succede che la difesa stringe le maglie e l’attacco è un florilegio di talento: Giachetti ruba palla e mette un canestro e fallo, Lawson aggancia di polpastrello e deposita nella retina una palla ad altezza ionosfera, Donzelli punisce la difesa sarda dalla media, cattura il rimbalzo e subisce fallo. Gong. La tabella che bacia la tripla di un sontuoso Marini per il primo 100 della stagione conferma che anche le stelle oggi tifavano Forlì. Tutti segnali incoraggianti. E lunedì 15 all’Unieuro Arena arriva la Scaligera Verona di Candussi e Severini: mettiamoci comodi, sarà una stagione coi botti (ed è ancora possibile abbonarsi!).

 

Hertz Cagliari – Unieuro Forlì 87-102 (22-30, 47-54, 69-77)

HERTZ CAGLIARI: Miles Jr 26, Allegretti 16, Floridia ne, Rullo 16, Gallizzi, Ebeling ne, Rovatti ne, Matrone 4, Bucarelli 8, Johnson 17, Picarelli. All. Iacozza.

 

UNIEURO FORLÌ: Tremolada ne, Giachetti 11, Marini 18, Donzelli 10, Bonacini 3, Dilas, Oxilia 14, Lawson 25, De Laurentiis, Johnson 21. All. Valli.