Per commemorare l’imbarco dell’eroe dei Due mondi avvenuto il 2 agosto 1849

Il personaggio storico è Giuseppe Garibaldi, l’Eroe dei Due Mondi, il luogo Cesenatico e correva l’anno 1849, precisamente il 2 agosto, quando una delle più importanti pagine della storia d’Italia, la fuga dalle forze francesi e borboniche, di Garibaldi e di sua moglie Anita si consumava in questo lembo di Romagna baciato dall’Adriatico. L’Eroe dei due mondi voleva raggiungere Venezia ancora assediata dagli austriaci ed aiutare i patrioti. Il porto di Cesenatico era uno dei principali scali dell’Adriatico dove Garibaldi contava di trovare naviglio sufficiente per l’imbarco. E così fu: si imbarcò con dodici bragozzi e una tartana e dopo una breve navigazione fu intercettato dalla flotta austriaca e costretto a sbarcare vicino a Magnavacca, divenuto poi l’attuale Porto Garibaldi.

Sabato 4 e domenica 5 agostoa Cesenatico con la Festa di Garibaldi si rievoca quell’evento e ci sembrerà di tornare indietro nella storia. Per l’occasione centinaia di camicie rosse invaderanno la città rievocando l’imbarco dei Garibaldini e dando vita ad uno spettacolo unico.

 

LA FESTA

La festa comincia sabato 4 agosto alle ore 21.00 dal Vecchio Squero sul Porto Canale, con il Palio della Cuccagna fra i Quartieri che sfileranno, partendo da Piazza Costa alle 20.30, accompagnati dalla Fanfara Garibaldina “Petronio Setti”. In gara dieci rioni cittadini (Villalta, Borella, Cannucceto, Peep/Madonnina, Ponente, Valona, E’ Mont/Levante, Boschetto/Villamarina, Sala e Bagnarola), per un totale di 50 “cuccagnotti” con tanto di gonfalone al seguito, che tenteranno la “scalata” ai 14 metri del palo cosparso di grasso. Il Palio sarà preceduto da una“cocomerata” offerta dal quartiere E’ Mont davanti alla Pescheria Comunale.

Sabato inoltre saranno presenti, nel Porto canale leonardesco di Cesenatico, le barche tradizionali provenienti da tutta la costa romagnola, che alle ore 15.00 daranno vita ad una veleggiata lungo costa, visibile dai moli e dalla spiaggia, e la mattina dopo parteciperanno al corteo in commemorazione dell’imbarco di Giuseppe Garibaldi. Il raduno di barche storiche è organizzato dal Museo della Marineria di Cesenatico, in collaborazione con Cooperativa Sociale CCILS, Associazione delle Vele al Terzo di Cesenatico, Associazione “Mariegole delle Romagne”, con il sostegno di Federico Ricci & C. e con il supporto di Gesturist Cesenatico Spa.

Domenica 5 agosto, alle 9.30 l’appuntamento è con la sfilata storica dei Garibaldini, accompagnati dalle Autorità cittadine e dal corpo bandistico “Città di Gradara”. Il corteo attraverserà le principali vie del centro, fino al monumento eretto all’Eroe, in Piazza Pisacane, il primo costruito in tutta Italia ed uno dei rari in cui Garibaldi non è raffigurato a cavallo. Si prosegue con la visita alla vecchia casa sul porto, ove riposò Anita Garibaldi, quindi il corteo sosterà davanti al cippo in Piazza Ciceruacchio per il saluto ufficiale ai partecipanti del Sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli e della Consigliera dell’Associazione Nazionale Reduci Garibaldini, Dottoressa Mariella Bortoletto. Poi, sarà la volta del momento più suggestivo: l’escursione a bordo di motonavi e barche dalle variopinte vele al terzo, con lancio di corone tra i flutti a ricordo dell’evento.

La manifestazione si concluderà alle ore 22.00, sulla spiaggia libera antistante Piazza Costa, con il grande spettacolo di fuochi d’artificio musicali sull’acqua.

 

Quest’anno alle tradizionali celebrazioni si aggiungono altri due interessanti appuntamenti. Il primo – giovedì 2 agosto alle 21 alla Galleria Comunale “Leonardo da Vinci” – è la presentazione del libro sullo scultore Tullo Golfarelli (di Silvia Bartoli e Paolo Zanfini, edito da Minerva), autore del monumento a Garibaldi di Cesenatico, che sarà anche l’occasione per illustrare questa importante scultura che è anche il simbolo visibile del legame tra questa città e l’Eroe dei Due Mondi: parteciperanno Orlando Piraccini, storico dell’arte, Mirtide Gavelli, Roberto Martorelli e Emanuela Lamborghini del Museo del Risorgimento di Bologna.

Il secondo appuntamento è l’inaugurazione, sabato 4 agosto alle ore 18:00 al Museo della Marineria, del mosaico dedicato ad Anita e Giuseppe Garibaldirealizzato da Valentino Montanari insieme alla Scuola Internazionale Studi d’Arte del mosaico e dell’Affresco di Ravenna: l’opera, di notevoli dimensioni e collocata all’ingresso del museo, resterà esposta sino al 9 settembre.