A Meldola, nella struttura dedicata alla memoria di Antonio Branca

Dopo il successo della prima presentazione ufficiale, tenutasi lunedì 2 luglio alla “Fiasca Bistrot” di Forlì, il prof. Amadori torna a parlare pubblicamente della sua autobiografia professionale, “Anima e Coraggio. La mia vita contro il cancro”. Per farlo, il presidente IOR ha scelto una location molto speciale: l’ingresso della Casa Accoglienza San Giuseppe di Meldola, la struttura dedicata alla memoria di Antonio Branca che ospita a prezzi agevolati i pazienti oncologici che vengono a curarsi da fuori e le loro famiglie. La foresteria sorge a pochi passi dall’IRST IRCCS, l’Istituto che il prof. Amadori ha contribuito in maniera determinante a creare e sotto la cui direzione scientifica è riuscito ad arrivare a livelli d’eccellenza riconosciuti oramai non solo a livello nazionale ma anche internazionale.

 

L’appuntamento è quindi fissato per mercoledì 18 luglio dalle ore 21 in via Paolo Mastri 14. L’evento, aperto a tutta la cittadinanza, vedrà lapartecipazione del Sindaco di Meldola, Gian Luca Zattini, e sarà moderato dal giornalista e conduttore Mario Russomanno. “Il titolo rispecchia le caratteristiche che si devono avere quando si intraprende una lotta contro quella che ritengo possa essere definita come la malattia più grave che l’umanità abbia dovuto affrontare e che dovrà affrontare – ha spiegato il prof. Amadori durante lo speciale “Faccia a Faccia”, la trasmissione di Teleromagna – ci vuole coraggio, perché non è detto che questa lotta porti a grandi soddisfazioni, e ci vuole anima perché si tratta di condividere coi pazienti dei problemi molto rilevanti e toccanti emotivamente”. Il ricavato della vendita dei libri verrà utilizzato interamente dall’Istituto Oncologico Romagnolo a sostegno dei progetti di ricerca scientifica portati avanti proprio presso l’IRST IRCCS.