Applausi per Fabio Scozzoli che riceve dal presidente Nicosanti la maglia biancorossa

I primi, scroscianti applausi della serata sono per Fabio Scozzoli che riceve dal presidente Nicosanti la maglia biancorossa, la indossa e saluta visibilmente emozionato il pubblico dell’Unieuro Arena. 

Alla palla a due invece è Yuval Naimy a salire in cattedra, firmando subito il 5-0 che apre le ostilità. Alla tripla di Jackson risponde Davide Reati che nel primo quarto dimostrerà quanto sia vero l’assunto che vuole gli ex sempre protagonisti a Forlì con un eloquente 3/4 dall’arco. Nella prima frazione arrivano anche il secondo fallo di un Naimy capace comunque di metterne 10 a referto, e la schiacciata di Thiam servito da un De Laurentiis sempre più a suo agio nelle vesti di assistman.

 

La seconda frazione si apre con con il sorpasso di Piacenza grazie ad una tripla, manco a dirlo, di Reati (23-25 a 8’52”, parziale 0-5). Il pari lo firma Dane DiLiegro imbeccato da un sontuoso Naimy, Jackson riporta avanti Forlì e raggiunge Naimy a quota 10 dopo una palla sporca recuperata da Severini. Turning point del match dopo 4 minuti: al termine di un’azione offensiva infinta Castelli deposita nella retina e subisce fallo antisportivo (31-27 a 6′). Da quel momento Forlì è inarrestabile con Jackson e l’ubiquo Severini – ormai beniamino dell’Unieuro Arena – mattatori assoluti. Il parziale del secondo quarto recita 22-9.

Dopo 22’30” di gioco arriva il massimo vantaggio Forlì con (52-33, +19). Piacenza però non molla: Oxilia e e lo scatenato Reati (17) tengono vivi gli ospiti che in un amen piazzano un break da 12-2 per il -9 a 4’15”. Gara riaperta anche se nel momento di difficoltà Forlì stringe le maglie in difesa e ferma l’emorragia: De Laurentiis da sotto e Castelli dall’arco riportano i biancorossi a +14 (2’30”). I due punti di Thiam fanno venire giù il palazzetto, il quarto si chiude con Forlì a distanza di sicurezza.

Nell’ultimo parziale la battaglia sotto i ferri tra DiLiegro e Infante accende la miccia: il lungo biancorosso prende un tecnico ma nel finale, quando Piacenza arriva a distanza di rito (71-68 a 2’13”), mette la firma sulla vittoria: prima con un entrata canestro-fallo da tre punti, poi con il sottomano del +6. Forlì vince, è salva e mantiene – come dirà in sala stampa coach Valli – l’1% di possibilità che la stagione non finisca in regular.

Unieuro Forlì – Assigeco Piacenza 80-70 (23-20, 45-29, 61-49)
UNIEURO FORLI’: DiLiegro 15, Castelli 7, Fallucca 3, Naimy 12, Campori, Jackson 18, Gellera ne, Bonacini ne, Severini 15, Thiam 4, Ravaioli ne, De Laurentiis 6. All. Valli.
ASSIGECO PIACENZA: Guyton 11, Passera 2, Sanguinetti, Diouf ne, Formenti 12, Infante 4, Seye ne, Livelli ne, Arledge 9, Oxilia 11, Amoroso 4, Reati 17. All. Riva.