Presentazione pubblica per la mappa “Terre di Predappio” e il sito internet

PREDAPPIO (FC) – Nuovi strumenti turistici per il Comune di Predappio, realizzati grazie alla sinergia di associazioni, imprese del territorio e Amministrazione. Il progetto turistico, iniziato diversi anni fa e perfezionato nel 2016 con l’apertura dell’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica, si articola in un percorso più ampio che vedrà, a breve, anche la creazione di un sito internet dedicato.

 

La presentazione dell’intero progetto si tiene alla Sala Europa di Predappio (via Marconi), venerdì 10 novembre alle ore 20.30. Due nuovi prodotti, in particolare, saranno presentati durante la serata: una mappa turistica di nuova concezione realizzata insieme all’Associazione “Terre di Predappio”, facile da consultare, ricca di informazioni sul territorio per la valorizzazione del Museo Urbano di Predappio e delle cantine vitivinicole dell’Associazione e un video promozionale su Predappio creato grazie alla professionalità di Andrea Bonavita, che verrà inserito sul sito del Comune e distribuito sui canali informativi locali.

 

“La serata – dichiarano il Vicesindaco Venturi Chiara e l’Assessore al Turismo Gianni Flamigni – è solo l’inizio di un percorso che abbiamo affrontato per perfezionare e dotare di strumenti più efficaci e di facile consultazione l’offerta promozionale turistica del nostro territorio. Grazie alla collaborazione con diverse associazioni e sponsor, infatti, abbiamo in serbo la riedizione per il 2018 della guida ‘Predappio-città del Novecento’ in italiano e in inglese. e la creazione di un sito web interamente dedicato alla promozione turistica di Predappio e del comprensorio”.

 

“Inoltre – aggiunge il Vicesindaco – grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna (legge sulla Memoria del Novecento) per il progetto ‘Evoluzione tecnologica del percorso architettonico del ‘900 a Predappio’, realizzeremo un sistema di audio guide dedicate alla conoscenza storico-architettonica della nostra città, strutturata a Museo urbano”.

 

Organizzata per tutti coloro che hanno concorso alla realizzazione del progetto e ai potenziali collaboratori, la serata è aperta a tutti.