A un anno dal terremoto continua l’affiancamento

Lunedì 30 Ottobre 2017 una piccola rappresentanza della Delegazione Caritas Emilia Romagna si è recata a Camerino, una delle diocesi colpite dal terremoto del 26 ottobre, per vivere insieme una giornata di memoria e  per ricordare i gesti di speranza nati  grazie al prezioso cammino condiviso, in quanto diocesi gemellata che ha affiancato fin dai primi giorni la popolazione colpita dal sisma.

 

 

La Delegazione è stata accolta alle 10.00, dalla Caritas di Camerino. Alle 10.30 si è partiti per Visso, per visitare le realtà produttive aiutate attraverso i progetti Caritas. Alle 12.00, si è condiviso il pranzo e in seguito c’è stata la visita al villaggio Casette SAE di Pieve Torina. La giornata si è conclusa con la celebrazione eucaristica nella tensostruttura di Pieve Torina, alle ore 16.00.

 

Erano presenti: l’Arcivescovo della diocesi di Camerino Monsignor Francesco Giovanni Brugnaro, il direttore Caritas don Luigi Verolini e collaboratori. Per le realtà gemellate, in rappresentanza della Delegazione Emilia Romagna: Monsignor Douglas Regattieri Vescovo di cesena Sarsina e Vescovo incaricato della CEER per la Carità, Sauro Bandi, Delegato regionale Caritas Emilia Romagna, Isacco Rinaldi responsabile Emergenze e direttore caritas di Reggio Emilia, Alessandra Chiussi operatrice in loco per la Delegazione Caritas Emilia Romagna e altri collaboratori. Per la Delegazione Liguria: Don Adolfo Macchioli, delegato regionale e collaboratori. Per la Diocesi di Cremona: Monsignor Antonio Napolioni  e collaboratori.

 

Si continua la presenza e la collaborazione con l’arcidiocesi attraverso l’affiancamento alla Caritas Diocesana e  il sostegno di alcuni progetti.