Milioni di gadget distribuiti in tutta Italia e una presenza sempre più “responsabile” in tutti i territori

CESENATICO –  Un’estate davvero ricca di iniziative quella di Mondo Convenienza che, nonostante la sua vocazione per l’arredamento, oggi strizza l’iocchio al mondo della musica, all’intrattenimento al divenire sempre più partner di quelle manifestazioni che tengono vivo e caratterizzano un territorio. A dimostrazione di questa attenzione, le numerose sponsorizzazioni ed organizzazioni di eventi che Mondo Convenienza sempre più spesso promuove in quelle aree su cui è presente. Nel solo 2016 sono stati circa 6000 gli eventi organizzati,  con milioni di gadget distribuiti gratuitamente. Dati alla mano sono circa 1.700.000 i palloni regalati e ben 2.500.000 le borse riutilizzabili che sono passate per le mani degli italiani.

 

Tra le partecipazioni non passano inosservate la presenza alla notte rosa di Cesenatico, con una piazza Andrea Costa gremita di persone di ogni età che hanno assistito alle esibizioni di Gigi D’Alessio e Francesco Renga, a quelle di Miki, Alessio Bernabei, Michele Bravi e tanti altri che si sono alternati sul palco della kermesse musicale. Il tour musicale di Mondo Conveninza ha attraversato tutta l’Italia supportando altre importantissime manifesazioni. Tra questespiccano la tappa di Brescia, dove si sono esibiti Francesco Gabbani, Fiorella Mannoia, Nek, Benji e Fede e i Planet Funk. Non solo musica ma anche sport, intrattenimento e aggregazione. nella sola estate 2017 non si riescono a contare i tornei di calcio su gonfiabili organizzati dal gruppo, così come non è possibile elencare gli appuntamenti dedicati al ballo, all’animazione all’intrattenimento che si sono tenuti da nord a sud della penisola. 

 

 

Ciò che è tornato sul territorio in termini di partnership e sponsorizzazioni è il frutto di un lavoro importante che ha portato il gruppo a crescere costantemente nella produzione, tanto che il suo valore, dal 2014 ad oggi è riuscito a superare il miliardo di euro, con un incremento continuo e costante e questo anche con importanti ricadute positive nell’occupazione. La mission aziendale e la rotta tracciata sono chiari: entrare nei territori, farne parte e diventare parte integrante del tessuto economico, ma anche culturale