Si chiede piano vaccinale personalizzato, fiale monovalenti, test, più farmacovigilanza

Mentre prosegue l’iter in Senato del Decreto legge Lorenzin che vorrebbe imporre l’obbligatorietà per 12 vaccini ai bambini e ai ragazzi dagli 0 ai 16 anni, il comitato “Libero x tutti – Forlì” organizza per mercoledì 5 luglio una fiaccolata a favore della libera autodeterminazione dell’individuo in materia di salute.

Dopo che tante altre città in tutta Italia hanno visto scendere in piazza migliaia di cittadini indignati per la presa di posizione del Governo italiano che intende togliere ai genitori la possibilità di scegliere per i propri figli se, come e quando ricorrere alla pratica vaccinale, e in attesa della grande manifestazione nazionale prevista a Pesaro per l’8 luglio, anche il centro di Forlì verrà illuminato dalle fiaccole di coloro che chiedono a gran voce la libertà di scelta.

In particolare si cheide poter accedere a un piano vaccinale personalizzato, di poter disporre di vaccini monovalenti, di poter eseguire test pre-vaccinali, in modo da poter individuare patologie o problematiche non ancora scoperte nei neonati che vengono sottoposti alle iniezioni, che siano messi a punto vaccini più sicuri, che l’informazione su questi temi sia più trasparente e indipendente da logiche di mercato, che la farmacovigilanza venga finalmente fatta in maniera più seria e precisa.

Il ritrovo per mercoledì sera è previsto in Piazza della Vittoria per le ore 20. La fiaccolata partirà indicativamente alle ore 21 e si concluderà in Piazza Saffi davanti a San Mercuriale, dove prenderanno la parola alcuni danneggiati da vaccino che hanno viss

uto sulla propria pelle la potenziale pericolosità

di farmaci che oggi vorrebbero imporre (in un numero mai sperimentato prima su alcun essere umano) a tutti i bambini e ragazzi senza alcuna possibilità di scelta.