Premiati i Marietta ad Honorem Giuliana Saragoni e Patrizio Roversi

Forlimpopoli (Fc) – Arriva da Quarto di Napoli la vincitrice del Premio Marietta per cuochi dilettanti. Professione insegnante, si chiama Rosmunda Cristiano, e la sua ricetta “Calzoni di pasta fresca all’uovo con ripieno di salsiccia e friarielli, serviti con colata di Mozzarella di Bufala Campana Dop e cialda croccante di mozzarella”, ha sedotto la giuria tanto da aggiudicarsi il premio di mille euro messi in palio da Conad.

“Scelta all’unanimità, ha stupito per perizia, tradizione e presentazione”, ha detto la presidente della giuria Verdiana Gordini.

“Ho sognato Pellegrino Artusi che mi ha detto che dovevo partecipare a questo concorso – ha spiegato la Cristiano prima di sapere l’esito del verdetto – L’anno scorso purtroppo un problema di salute non mi ha consentito di prendervi parte, quest’anno ce l’ho fatta. Sono una appassionata dell’Artusi, da sempre faccio la marmellate seguendo la sua ricetta”.

“E’ il quarto anno che sosteniamo questo premio – ha detto Mario Mezzanotte di Conad – e siamo contenti di farlo. Dare valore aggiunto al territorio è la nostra missione: il Premio Marietta va in questa direzione”. Conad ha anche offerto 5 kg di pasta a tutti gli altri finalisti del Marietta.

 

La consegna dei Premi Marietta ad Honorem

In una Chiesa dei Servi gremita, la giornata è poi proseguita con la consegna dei Premi Marietta ad Honorem. Prima ancora, l’attore Denio Derni, che ha presentato la serata, ha ricordato la figura di Paolo Poli, Marietta ad Honorem due anni fa, tributato con un grande e lungo applauso.

La prima degli Honorem a salire sul palco è stata Giuliana Saragoni, tra le principali interpreti della cucina popolare romagnola. A premiarla l’assessore al Turismo della Regione Emilia Romagna, Andrea Corsini.

A seguire il secondo Marietta ad Honorem, Patrizio Roversi, premiato dal Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e da Liviana Zanetti Presidente di Apt Servizi Emilia Romagna, alla presenza del sindaco di Forlimpopoli Mauro Grandini.

“I tre pilastri della nostra Regione sono manifattura, cultura e saperi, e il turismo – ha detto il Presidente della Regione – In questo il cibo riveste un ruolo importante, siamo la regione con il maggior numero di Dop e Igp, siamo il territorio con centri d’eccellenza come Casa Artusi e la Festa Artusiana. La qualità paga, qua a Forlimpopoli ne abbiamo un esempio”.