“Aspiriamo ad essere degli interlocutori per studenti e cittadini”

Domani sabato 18 Febbraio 2017 alle ore 11  al Velvet Cat (Corso Diaz 92), verrà presentata ufficialmente la nuova Associazione di Promozione Sociale (A.P.S.) “Modus”. Saranno presenti il proprietario dell’esercizio e consigliere Adamo Pittalis, il presidente Lorenzo Di Stefano, il vice-presidente Corrado Pilato, il segretario Fabio Gallucci, la Tesoriera Camilla Aresu, Cristian D’Aiello, Matteo Parisi, Rodolfo Giannelli, Cristiano Selvagio, Martina De Mattia, Arianna Monna, in qualità di consiglieri. L’associazione uni-culturale Modus A.P.S. nasce, sostanzialmente, dall’iniziativa di un gruppo di giovani: studenti universitari, neo laureati e lavoratori che hanno deciso di investire le loro capacità nel forlivese, sia questo il territorio d’origine o d’adozione; una miscela, quindi, di personalità e professionalità differenti, ottimizzate da un’accurata differenziazione delle mansioni all’interno del gruppo.

 

Attraverso il giusto equilibrio tra confronto, formazione e divertimento, “Modus” per il suo DNA eterogeneo, si pone come obiettivo non solo quello di offrire dei servizi ma aspira altrettanto a divenire il principale interlocutore della cittadinanza – in cui si ascrivono gli studenti universitari, protagonisti dello sviluppo locale – e delle istituzioni cittadine, col contributo, per di più in entrambi i fronti, del Presidente dell’associazione nei panni di Rappresentante del Campus Forlì.

 

“Modus” persegue i suoi obiettivi mediante la suddivisione del lavoro in quattro ambiti, facilitando l’adesione di ogni socio a seconda dei propri interessi e/o aspirazioni : cultura (conferenze, seminari, workshop, cineforum, presentazione libri, biblioteca comune, spazi condivisi, aula studio e ricreazione); ludico (grandi eventi, musica, arte, sport e svago); itinere (escursioni, gite, conoscenza del territorio romagnolo, italiano, europeo); futuro (corsi di formazione, ricerca, produzione di contenuti, assistenza tesi, punto informativo, orientamento universitario e lavorativo). “Modus” si propone inoltre di offrire a tutti i tesserati una vasta scelta di convenzioni che verranno costantemente ampliate nel tempo. “Vogliamo dimostrare – affermano i soci fondatori in coro unanime – senza alcuna accezione partitica o appartenenza politica, che l’unione degli intenti rappresenta il modus operandi giusto per ottenere risultati concreti.”