CESENATICO E BERTINORO. Il 20 Settembre terminano le mostre personali di Anna Maria Nanni dedicate alla musica presso l’ Hotel Meeting a Zadina di Cesenatico e presso il Ristorante Luis a Collinello di Bertinoro. Le due mostre personali, iniziate nell’ aprile scorso, sono complementari, poiché se nella mostra del Meeting Hotel sono stati esposti dipinti espressamente ispirati alla musica, al Ristorante Luis sono state esposte opere dedicate alla danza. I dipinti di Anna Maria Nanni, di notevole essenzialità ed eleganza segnica, hanno tratto ispirazione dal variegato mondo musicale, che trova espressione dinamica e plastica nella danza, da sempre fonte di ispirazione della pittrice astrattista di Cesenatico. La Nanni privilegia i colori puri, i rossi, i blu, i gialli; l’ azzurro, evocativo del cielo e del mare, é anche un colore di fondo che ritorna sovente nei suoi dipinti ad acrilico, di stesura perfetta.Tra le opere ispirate alla musica presenti all’ Hotel Meeting, si evidenziano due grandi tele che sono state ispirate da situazioni musicali diverse: l’ ascolto del Requiem di Mozart in una chiesa di Vienna, rappresentato da canne d’ organo stilizzate ed evocazioni di guglie gotiche in campiture rosse e blu, sottolineate in bianco ed un raffinato dipinto ispirato ai concerti all’ alba di Cesenatico, simbolizzati da una chiave di violino che campeggia tra le onde, in un cielo a righe azzurre e rosse, su cui aleggiano note musicali. Le chiavi di violino e le ” effe”, sono motivi ricorrenti nel ciclo dedicato alla musica di Anna Maria Nanni; spesso questi simboli sono accostati allo scalmo, reso con essenzialità grafica e segno perfetto, archetipo della marineria e della sua Cesenatico, oggetto di tanti dipinti. Notevoli gli acquerelli, presenti nelle due mostre, momenti di ricerca sul colore e sulle forme che scaturiscono dall’ acqua.Il ciclo delle ballerine, presenta opere dinamiche, in cui la variegata stilizzazione compositiva richiama il Futurismo e in particolare Depero. Le fantasiose composizioni di Anna Maria Nanni, appaiono come suggestioni quasi-oniriche, in cui la memoria di un evento é tracciata da alcuni simboli liberamente espressi sulla tela in composizioni originali, che sconvolgono le regole della prospettiva ed evocano gli eventi astraendoli attraverso raffinate rappresentazioni segniche.

 

Ufficio Stampa Anna Maria Nanni