BERTINORO E FORLIMPOPOLI. Quattro mesi di programmazione, più di 40 eventi, decine di città coinvolte tra Emilia e Romagna. Entroterre, il nuovo festival regionale di musica, cultura e territori dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, è nato mettendo in rete alcune realtà artistiche e musicali attive già da diversi anni, come JCE Network Festival, che 20 anni fa ha messo in rete i comuni di Bertinoro, Forlimpopoli, Forlì, Meldola, Predappio, Castrocaro Terme e Terra del Sole esaltandone le tradizioni musicali e culturali. Entroterre è iniziato da alcune settimane e sta già portando ricadute interessante sui territori coinvolti fino ad oggi. Ed ora si avvicina ad alcuni degli eventi più interessanti dell’intero Festival, a Bertinoro e Forlimpopoli. E’ quanto hanno sottolineato questa mattina, nell’incontro che si è svolto proprio a Bertinoro, Luigi Pretolani della società Romagna Musica, ente coordinatore del Festival, Andrea Bonacini di Festival TacaDancer, Giorgio Ghezzi, Assessore alla cultura del Comune di Bertinoro, e Marco Bartolini del Festival e della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli.

Ha spiegato Pretolani: “Entroterre si pone come una piccola rivoluzione copernicana per questo tipo di manifestazioni, perché nasce da una visione incentrata sul territorio, dalle sue esigenze, i suoi punti di forza, per andare a costruire una azione di promozione, attraverso spettacoli di spessore culturale che richiamino pubblico, e che facciano da volano allo sviluppo economico e di immagine dei luoghi coinvolti. Entroterre è una operazione che è stata complessa, proprio per la scelta di partire da una analisi dei territori, e coniugare con le esperienze che sono confluite in questo festival, iniziative di promozione della musica, ed anche di produzione e formazione musicale, ad esempio attraverso la collaborazione con la Scuola Musicale di Bertinoro, e i Corsi di alto perfezionamento che hanno cresciuto strumentisti che oggi suonano nelle principali orchestre italiane. Quest’anno abbiamo tre gruppi in residenza che qui soggiornano, elaborano e fanno cose nuove: un gruppo di Musicisti della Scala, il gruppo la Risonanza, e “Il concerto dei Cavalieri”, tutte realtà di livello europeo. Riteniamo fondamentale poi il fatto di rimanere una rete: la direzione artistica di Entroterre è affidata a un gruppo di lavoro, per avere competenze su svariati generi musicali e settori artistici eterogenei. E’ una grande ricchezza”.

Ha aggiunto l’Assessore Ghezzi: “Celebriamo quest’anno la nascita di Entroterre come contenitore in cui è confluisce l’eserienza di JCE Festival, ma celebriamo anche i 20 anni proprio di JCE, che di fatto si va a consolidare in una nuova dimensione. Unire esperienze sensoriali, ascoltare un concerto nella Rocca di Bertinoro, sulla terrazza più bella della Romagna, in una antica pieve, è un innegabile, enorme valore aggiunto di queste proposte. La società Romagna Musica si è posta degli obiettivi importanti nell’esperienza di Entroterre: ragionare non tanto sui generi ma sulla qualità dell’offerta musicale; proporre una forte diversificazione mantenendo un filo conduttore nell’alto livello delle proposte; saper coniugare la vicinanza ai luoghi e la capacità anche di guardarsi attorno, verso esperienze artistiche e culturali globali. Ci sono anche i corsi e le attività di formazione, quindi l’intenzione di stimolare qualcosa di nuovo. Ultimo ma fondamentale: l’obiettivo di creare un valore, duraturo, in grado di attrarre persone, far conoscere e valorizzare i luoghi, gli edifici storici, i borghi”.

Per Andrea Bonacini “è importante studiare gli impatti di una manifestazione culturale sul territorio: economico, ma anche sociale, ricettivo, viabilistico, adattarle quindi al contesto, per mantenerne l’equilibrio. E’ quello che stiamo cercando di fare, di creare una reale “empatia” con i territori. TacaDancer, che è il percorso che negli anni passati ho seguito, si basa ad esempio sulla storia della musica da ballo tradizionale, che unisce profondamente Emilia e Romagna, ed è una storia ricca, complessa che parla non solo di musica ma anche dell’identità territoriale che si è formata tra ‘800 e ‘900, che tocca la storia delle Cooperative, del sistema solidale dell’Emilia Romagna, dei fenomeni migratori del territorio nel corso della sua storia”.

Infine Marco Bartolini ha spiegato che “l’idea del Festival di Forlimpopoli, confluito in Entroterre, è di dare un suono ai territori, un suono che sia valorizzazione e opportunità. La storia dell’esperienza di Forlimpopoli e del Festival si sposta tra l’attenzione a quello che si muove nel mondo della musica popolare e l’attenzione a ciò che è cresciuto da ciò che abbiamo seminato nel corso degli anni: in pratica guardare il vecchio per fare il nuovo. In Europa c’è una forte riscoperta della musica folk, e questo movimento si rispecchia nel festival che ospita progetti musicali italiani ed esteri assolutamente interessanti”.

Nato nel 2016, Entroterre propone un ricco programma di proposte, che legano l’Emilia e la Romagna in un progetto organico di valorizzazione della musica colta e tradizionale.

Il festival infatti rappresenta la fusione di due ‘anime’ culturali della Regione Emilia-Romagna, ma soprattutto di alcune esperienze storiche come JCE Network Festival (manifestazione che da 20 anni si svolge nella provincia di Forlì-Cesena, sostenuta dalla Scuola Musicale Dante Alighieri di Bertinoro) e TacaDancer (festival presente da 10 anni su tutto il territorio regionale), con il coinvolgimento di Romagna Musica (società cooperativa fondata nel ’98, che si occupa produzioni musicali ed eventi).

Sulla base di questa importante eredità nasce dunque un nuovo festival che, da giugno a settembre 2016, propone 6 diversi percorsi di cultura musicale, come elemento identitario delle radici storiche emiliano-romagnole, per un totale di più di 40 eventi: tra questi TacaDancer, un festival itinerante che dal 2007 ha l’obiettivo di valorizzare la cultura musicale popular del liscio; ClassicoAntico, che porta sul territorio eccellenze musicali e liriche italiane e internazionali; Ci vediamo all’alba, una mini rassegna di concerti che permette di osservare all’alba il sole sorgere ascoltando musica in silenzio; Donne Jazz in Blues di Bertinoro, un ciclo di concerti tra jazz e blues che hanno come protagonista donne in splendide location, ed in particolare appunto Bertinoro; il Festival di Musica Popolare di Forlimpopoli che da 30 anni promuove musica di qualità classica, jazz e popolare; infine Didjin’Oz che, grazie a una partnership con emigrati italiani in Australia, ha portato in luglio a Forlimpopoli la musica tradizionale australiana, incentrata sulla cultura degli Aborigeni e sul tipico strumento Didgeridoo.

La ricca programmazione di Entroterre si inserisce a pieno titolo nella filosofia del festival che ha come obiettivo la creazione di una “comunità musicale”, capace di investire nella creazione di valore in termini di cultura, educazione ed economia.

Sotto il logo Entroterre, in particolare nell’ambito dei percorsi ClassicoAntico e Festival di Musica Popolare di Forlimpopoli, sono previsti anche corsi di alto perfezionamento, tenuti da docenti qualificati.

Il festival è intimamente legato ai territori, veri luoghi culturali che sono stati la culla della crescita qualitativa dei generi musicali. Un legame che guarda anche al potenziamento della promozione turistica e, di conseguenza, alla valorizzazione delle attività economiche locali: Entroterre infatti può rientrare tra le proposte di turismo culturale e diventare calamita di visitatori per i paesi dell’entroterra.

Una prospettiva, quella di Entroterre, che si avvia a diventare un volano anche di opportunità internazionali: grazie alle esperienze di JCE Network Festival, TacaDancer e Romagna Musica, si sta sviluppando una rete internazionale di artisti, enti e istituzioni in grado di aprire nuove opportunità di scambio e condivisioni tra comunità culturali.

I protagonisti di Entroterre:

JCE Network Festival è un progetto che da ormai 20 anni si propone di dare spazio alle intelligenze artistiche, creare un luogo dove promuovere la creatività, le emozioni, e dove realizzare idee e progetti, mettendo il territorio in connessione con artisti di livello internazionale. In questo percorso ha messo in rete i comuni di Bertinoro, Forlimpopoli, Forlì, Meldola, Predappio, Castrocaro Terme e Terra del Sole esaltandone le tradizioni musicali e culturali.

TacaDancer festival parte dall’acquisizione originale dei repertori e dei modi musicali delle diverse tradizioni di Liscio con l’obiettivo di presentare, conoscere e comparare differenti tradizioni musicali, culturali, artistiche e sociali dell’Italia fra Ottocento e Novecento. Una proposta tra cultura, grande spettacolo e divertimento, anche attraverso la riproposizione di eventi caratteristici del passato come la “Disfida tra orchestre”.

Romagna Musica è una società cooperativa fondata nel 1998 da Luigi Pretolani. Si occupa principalmente della produzione di formazioni musicali, progettazione culturale, produzione e progettazione di eventi, gestione amministrativa di eventi e artisti. La filosofia della società ruota attorno al termine Cultura, intesa come opportunità, strumento innovativo per facilitare lo sviluppo, anche socio-economico, delle singole comunità. Una Cultura viva e da vivere nelle piazze.

Il programma:

Martedì 26 luglio 2016

Ore 21,30, Poviglio (RE), Sant’Anna

I Violini di Santa Vittoria

Percorso TACADANCER

 

Sabato 30 luglio 2016

Ore 21.30, Fratta Terme, Forlì-Cesena Parco

Giulia Facco 4et

Percorso Donne Jazz in Blues di Bertinoro

 

Domenica 31 luglio 2016

Ore 5.54, Bertinoro, Rocca

Arturo Stalteri (pianoforte)

Concerto e colazione al primo raggio di sole

Il concerto si terrà anche in caso di maltempo all’interno della Rocca. Ingresso € 5

Percorso Ci vediamo all’alba

 

Domenica 31 luglio 2016

Ore 22, Bertinoro, Piazza della Libertà

Linda Valori e Maurizio Pugno Band

Percorso Donne Jazz in Blues di Bertinoro

 

Lunedì 1 agosto

Ore 21, Riola di Vergato (Bo), piazza della stazione

Secondo a Nessuno

Percorso TacaDancer

 

Lunedì 1 agosto

Ore 21.30, Bertinoro, Centro Storico

BertInJazz

Percorso Donne Jazz in Blues di Bertinoro

 

Martedì 2 agosto,

ore 21.30, Pieve di San Donato in Polenta – Bertinoro

Michele Marasco (flauto), Marta Cencini (pianoforte)

Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso ClassicoAntico

 

Venerdì 5 agosto

Ore 21.30, Bertinoro, Teatro ex Seminario

Chi c’era c’è. Spettacolo di Daniela Piccari con Elena Bucci e Dimitri Sillato

Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso ClassicoAntico

 

Domenica 7 agosto

Ore 6.02, Bertinoro, Rocca

Engelo Comisso (pianoforte). Concerto e colazione al primo raggio di sole

Il concerto si terrà anche in caso di maltempo all’interno della rocca. Ingresso € 5

Percorso Ci vediamo all’Alba

 

Lunedì 8 agosto

Ore 21.30, Bertinoro, Piazza della Libertà

Jazz Inc. Quintet featuring Joyce Elaine Yuille

Percorso Donne Jazz in Blues di Bertinoro

 

Mercoledì 10 agosto

Ore 21, Bertinoro, Centro storico

Bertinlove

Percorso TacaDancer

 

Sabato 13 agosto

Ore 21.30, Lido di Classe (Ra), Chiesa del Cuore Immacolato di Maria

Concerto de’ Cavalieri (ad invito)

Percorso ClassicoAntico

 

Sabato 13 agosto

Ore 21.30, Bertinoro, Teatro ex Seminario

Musicisti della Scala

Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso ClassicoAntico

 

Domenica 14 agosto

Ore 6,10, Bertinoro, Rocca

Artista da definire. Concerto e colazione al primo raggio di sole

Il concerto si terrà anche in caso di maltempo all’interno della Rocca. Ingresso € 5

Percorso Ci vediamo all’Alba

 

Domenica 14 agosto

Ore 21.30, Bertinoro, Duomo

Concerto de’ Cavalieri

Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso ClassicoAntico

 

Lunedì 15 agosto

Ore 6,15, Castrocaro (FC), Rocca

Tango Libero. Hernán Diego Loza (chitarra), Edoardo Ponzi (vibrafono e percussioni)

Concerto e colazione al primo raggio di sole

Il concerto si terrà anche in caso di maltempo all’interno della rocca. Ingresso € 7

Percorso Ci vediamo all’Alba

 

Martedì 16 agosto

Ore 21.30, Pieve di San Donato in Polenta

Musicisti della Scala

Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso ClassicoAntico

 

Giovedì 18 agosto

Ore 21.30, Bertinoro, Teatro ex Seminario

Musicisti della Scala

Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso ClassicoAntico

 

Venerdì 19 agosto

Ore 21.30, Castrocaro, Rocca

Athos Bassissi (fisarmonica), Antonio Stragapede (chitarra). Bal Musette

Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso TacaDancer

 

Sabato 20 agosto

Ore 21.30, Bertinoro, Centro Storico

BertInJazz

Percorso Donne Jazz in Blues di Bertinoro

 

Sabato 20 agosto

Ore 21.30, Bertinoro, Duomo

Fantasie, ricercare, follie e scherzi musicali del Barocco

Summer Master Classes. Early Music Concert

Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso ClassicoAntico

 

Domenica 21 agosto

Ore 6.19, Bertinoro, Rocca

MusicaParole. Concerto e colazione al primo raggio di sole

Il concerto si terrà anche in caso di maltempo all’interno della rocca. Ingresso € 5

Percorso Ci vediamo all’alba

 

Mercoledì 24 agosto

Ore 21.30, Bertinoro, Duomo

La Risonanza. Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso ClassicoAntico

 

Giovedì 25 agosto

Ore 21.30, Lido di Classe, Chiesa del Sacro Cuore Immacolato di Maria

La Risonanza. Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso ClassicoAntico

 

Giovedì 25 agosto

Ore 21.15, Forlimpopoli, Rocca

Aspettando il Festival del Cinema

Percorso Festa di Musica Popolare di Forlimpopoli

 

Venerdì 26 agosto

Ore 21.15, Forlimpopoli, Rocca

Concerto dei Vincitori del Premio speciale Scuola di Musica Popolare

Percorso Festa di Musica Popolare di Forlimpopoli

 

Venerdì 26 agosto

Ore 22, Forlimpopoli, Rocca

Morrigan’s Wake più ospiti

Bloody Monday Dublino 1916/2016. Per il Centenario dell’insurrezione di Pasqua

Con il Patrocinio dell’Ambasciata d’Irlanda. Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso Festa di Musica Popolare di Forlimpopoli

 

Venerdì 26 agosto

Dalle ore 18.30. Boretto (RE), Lido Po

Melodie dei Sapori. Percorsi sensoriali tra cibo e musica

In collaborazione con SlowFood condotta di Reggio Emilia

River’s Food Festival

Percorso TacaDancer

 

Sabato 27 agosto

Ore 21. Forlimpopoli, Rocca

Ciumafina. Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso Festa di Musica Popolare di Forlimpopoli

 

Sabato 27 agosto

Ore 21, Forlimpopoli, Rocca

Le Vent du Nord. Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso Festa di Musica Popolare di Forlimpopoli

 

Domenica 28 agosto

Ore 22, Forlimpopoli, via del Castello

Concerto Bevitori Longevi. Ingresso € 10 / Ridotto € 8

Percorso Festa di Musica Popolare di Forlimpopoli

 

Venerdì 2 settembre

Ore 21.15, Bertinoro, Centro storico

Fricò Royal

Percorso Festa di Musica Popolare di Forlimpopoli

 

Sabato 24 settembre

Ore 20.30, Vezzano sul Crostolo (RE), Podere Elisa

Melodie dei Sapori con i Violini di Santa Vittoria

Percorsi sensoriali tra cibo e musica, in collaborazione con Slow Food condotta di Reggio Emilia

Cena e concerto € 35

Percorso Tacadancer

 

Per maggiori informazioni: www.entroterrefestival.it

 

 

Ufficio Stampa Entroterre