Foto di repertorio Shutterstock

Numerosi sono i parametri per l’assegnazione di questo riconoscimento; si parte dalla qualità delle acque di balneazione e dai regolari campionamenti effettuati nel corso della stagione estiva

Lo scorso anno era stato Valverde, quest’anno Ponente: Cesenatico ha omaggiato la sua trentunesima Bandiera Blu con una cerimonia ufficiale per sottolineare un traguardo così prestigioso e importante. L’assessore Mauro Gasperini ha accolto Claudio Mazza, Presidente FEE Italia, ente che gestisce il riconoscimento. La bandiera, consegnata in una cerimonia online lo scorso maggio, è stata issata simbolicamente e svetterà su tutto il lungomare di Cesenatico. È arrivato dunque anche il riconoscimento tangibile per Cesenatico, località premiata per il rispetto dei criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio, allo scopo di indirizzare la gestione delle località partecipanti verso un processo di sostenibilità ambientale.

Erano presenti anche una rappresentanza delle Forze dell’Ordine e delle associazioni di categoria. Quest’anno le spiagge premiate sono state 385 con Cesenatico che vede dunque il riconoscimento esteso a Zadina, Ponente, Levante, Valverde e Villamarina.

I criteri

Numerosi sono i parametri per l’assegnazione di questo riconoscimento; si parte dalla qualità delle acque di balneazione e dai regolari campionamenti effettuati nel corso della stagione estiva.

Se questi criteri sono stati rispettati si passa alle verifiche sull’efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, la raccolta differenziata e la corretta gestione dei rifiuti pericolosi, la presenza di vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi, i servizi delle spiagge compreso personale addetto al salvamento e l’accessibilità per tutti. Viene inoltre valutato l’ampio spazio dedicato ai corsi d’educazione ambientale, rivolti in particolare alle scuole e ai giovani, ai turisti e residenti, il Turismo e gli stabilimenti balneari, la pesca professionale e la diffusione dell’informazione su Bandiera Blu. Solo le località le cui acque sono risultate eccellenti nella stagione precedente possono presentare la candidatura. Vengono valutati anche l’ottenimento da parte dei Comuni di finanziamenti Europei ottenuti e volti alla mobilità sostenibile e con finalità ambientali come l’istituzione di aree ciclabili, bicibus e piedibus, e nuovi servizi per i trasporti pubblici. Nel corso della stagione estiva tutte le località insignite della Bandiera Blu sono soggette a visite di controllo, al fine di verificare la conformità ai criteri stabiliti dal Programma.

La Bandiera Blu

La Bandiera Blu, importante riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, viene assegnata ogni anno in 49 paesi, con il supporto del UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale ed è riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale per l’educazione ambientale e l’educazione allo sviluppo sostenibile.

Le parole dell’assessore Gasperini

“Come già fatto lo scorso anno, abbiamo confermato la bella abitudine di celebrare la Bandiera Blu con una cerimonia ufficiale. Ringrazio Claudio Mazza per essere stato dei nostri. Quello della Bandiera Blu è un percorso e un dialogo perché ogni anno ci viene chiesto di migliorare e perché possiamo farlo solo grazie al lavoro in sinergia di tutti: dei cittadini, delle forze dell’ordine, delle associazioni di categoria e di chi ne fa parte e dei nostri uffici che si occupano con passione e impegno di questo iter”, le parole del Sindaco Matteo Gozzoli.