(Foto di repertorio). Fonte: Ufficio Stampa Comune di Cesena

“Si procederà con il montaggio del parquet “galleggiante” e con il ripristino degli impianti”

È uno degli impianti cesenati più segnati dall’alluvione. Sono stati avviati all’inizio dell’anno i lavori di ripristino del palazzetto dello sport di Cesena “Carisport” gravemente danneggiato dall’alluvione di maggio. Le consistenti precipitazioni piovose hanno causato notevoli danni soprattutto al parquet, ad uso gioco basket, calcio A5 e altri sport, e alla sottostruttura portante in legno. L’allagamento dei locali ha comportato inoltre evidenti ed oggettivi danni agli impianti elettrici e termico-sanitari, alla pavimentazione perimetrale al campo da gioco, ai bar interni, alle porte in legno, alle pareti e anche alla tribuna telescopica, fondamentale per poter organizzare competizioni agonistiche ed eventi riconosciuti a livello nazionale (Federazioni Sportive Nazionali – Discipline Sportive Associate).

“Ad oggi – commenta l’Assessore ai Lavori pubblici e allo Sport Christian Castorri – i danni subìti dalla struttura sono tali da non garantirne l’utilizzo dell’immobile in piena sicurezza. Per questa ragione, a seguito dei drammatici eventi di maggio la struttura è stata dichiarata inagibile, e lo sarà fino al completamento dei lavori di ripristino che consentiranno la riapertura del palazzetto dello sport in tutta sicurezza e nel pieno della sua efficienza. A partire dai primi giorni di gennaio – prosegue l’Assessore – la ditta incaricata ha avviato gli interventi previsti che corrispondono a un investimento complessivo di 1,6 milioni di euro. Vogliamo restituire il ‘Carisport’ alla città e ai cesenati nel breve tempo possibile: è questa una struttura di riferimento per il mondo sportivo cittadino ma anche per tutte le altre occasioni di intrattenimento”.

Dopo la rimozione delle pavimentazioni danneggiate da acqua e fango, si procederà con la posa della soletta necessaria alla collocazione del parquet galleggiante, sospeso e smontabile. Successivamente si provvederà alla sistemazione degli impianti elettrici e di riscaldamento, alla realizzazione della resina per i pavimenti di tutti i locali, al ripristino dei bar e della tribuna. Ulteriori opere accessorie, come la tinteggiature delle pareti, e l’adeguamento delle luci ordinarie e di emergenza, segneranno la conclusione dei lavori.