Fonte: Comune di Cesena (foto di repertorio)

Saranno avviati nelle prossime settimane

Saranno presto avviati gli interventi per la riqualificazione e innovazione tecnologica che interesseranno il teatro cittadino “A. Bonci” a partire dall’area del palcoscenico e del dietro le quinte. Con l’assegnazione dei lavori principali affidati alla ditta S.I.R.E. Elettronica di Iandolo Alfredo Srl di Bologna, prende avvio il percorso di riqualificazione che si concluderà a settembre 2024 con le opere di collaudo che consentiranno l’avvio della stagione teatrale 2024-2025. Il progetto, redatto dal Settore Lavori Pubblici del Comune di Cesena, equivale a un investimento complessivo di 360 mila euro, di cui 270 mila euro assegnati a Cesena dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del bando riguardante il settore dello spettacolo, e in particolare lavori di ripristino, ristrutturazione, qualificazione e innovazione tecnologica di teatri, e 90 mila euro di risorse comunali.

“I lavori – commenta l’Assessore ai Lavori pubblici Christian Castorri – hanno lo scopo di rendere più flessibile e attrattivo il nostro teatro cittadino, punto di riferimento per il panorama culturale e teatrale cittadino e regionale. Il progetto prevede la fornitura dei motori di scena e della quintatura dei fondali oscuranti, l’integrazione dei proiettori di scena e il montaggio di apparecchiature fonico-elettriche al passo con le richieste sempre più aggiornate e innovative degli artisti e delle compagnie teatrali. Si tratta di interventi che interesseranno principalmente le componenti tecniche che potranno essere eseguiti subito dopo la consegna dei lavori, che avverrà nel mese di novembre, e nel corso della stagione teatrale. Il completamento degli interventi in programma è previsto a luglio, a cui seguiranno le operazioni di collaudo”.

Il contributo assegnato a Cesena dalla Regione Emilia-Romagna, insieme alle risorse messe a bilancio dall’Ente, consente all’Amministrazione comunale di intervenire strutturalmente a favore di uno dei luoghi più rappresentativi della città, oltre che in uno dei teatri più importanti a livello regionale. L’adeguamento tecnologico delle infrastrutture di gestione (in particolare per quanto concerne l’illuminazione di sala) consentirà di valorizzare ulteriormente la bellezza e le peculiarità del teatro rendendolo più funzionale rispetto alle necessità e al contempo contribuire al contenimento dei costi di manutenzione.