Fonte: Ufficio Stampa Comune di Cesena

L’intervento, a cura di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), avrà una durata di circa due anni per un investimento complessivo di 4 milioni di euro

La zona della stazione ferroviaria di Cesena nei prossimi anni si presenterà con un nuovo volto, grazie ai lavori di riqualificazione che interesseranno l’area e che nei prossimi giorni saranno avviati a partire dal fabbricato viaggiatori. L’intervento, a cura di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), avrà una durata di circa due anni per un investimento complessivo di 4 milioni di euro.

Nella prima fase i lavori si concentreranno sul fabbricato viaggiatori, dove sono previsti il risanamento strutturale della copertura e la manutenzione e ritinteggiatura della facciata esterna e di quella lato binari. All’interno saranno verranno riqualificati l’atrio, la sala d’attesa e i servizi igienici.  Contestualmente saranno realizzati percorsi tattili per le persone ipovedenti. Particolare attenzione anche al risparmio energetico, con l’installazione di tecnologia led per l’illuminazione.

Integrare in modo più efficace la stazione con il contesto urbano sarà invece l’obiettivo della seconda fase dei lavori. Già elaborato uno studio dei movimenti dei passeggeri, che ha evidenziato la necessità di ridisegnare l’assetto del marciapiede antistante la stazione e di ridistribuire gli spazi e i flussi ciclo-pedonali e veicolari, riqualificando le aree verdi e incrementando quelle pedonali. Lo scopo è creare una continuità tra le aree esterne antistanti la stazione e la città, attraverso un sistema di percorsi in grado di convogliare i passaggi verso i tre accessi al terminal ferroviario: il varco pedonale esterno in direzione nord con accesso diretto al sottopasso, l’ingresso all’atrio di stazione e il varco pedonale esterno in direzione sud.

Il piano per l’apertura della stazione alla città comprende anche la realizzazione di una velostazione in un ex magazzino merci concesso da RFI in comodato d’uso al Comune di Cesena con un protocollo d’intesa siglato nel luglio scorso. RFI sta ultimando la progettazione, l’avvio dei lavori è previsto nel corso del 2023.

Il tutto in coerenza con il ‘Protocollo d’intesa per lo sviluppo dell’intermodalità nelle stazioni ferroviarie’, siglato nel marzo 2021 da RFI e Regione Emilia-Romagna con l’obiettivo di definire e attuare entro il 2024 una serie di azioni per rendere le stazioni ferroviarie veri e propri centri di mobilità sostenibile attraverso lo sviluppo di servizi intermodali – ferro-gomma-ciclabili-pedonali – e migliorando al tempo stesso la loro accessibilità per tutti i cittadini.

 “La Stazione ferroviaria – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – è un luogo strategico per Cesena, così come per ogni città, essendo un polo di scambio e di passaggio, oltre che il primo biglietto da visita per chi arriva da fuori. Con l’avvio di questi importanti lavori di riqualificazione si disegna una nuova fase nella vita della città, che da un lato riguarda la dimensione infrastrutturale e dei trasporti e, dall’altro, una rigenerazione di uno spazio centrale nel tessuto urbano pienamente inserito nel contesto socioeconomico e produttivo di Cesena. Le opere programmate non riguarderanno unicamente l’edifico, nei suoi due piani, ma tutta la zona circostante di competenza ferroviaria, fino alla piccola rotonda di Corso Roma, compresa la piazzola di attesa dei viaggiatori, e l’accesso retrostante. Dall’altro lato invece, l’intero comparto sarà oggetto di un primo intervento di modifica e di uno successivo che darà alla città la sua nuova velo stazione, nell’ex magazzino merci. Chiaramente, l’esecuzione di questi lavori prevede l’introduzione di alcune modifiche alla viabilità, che verranno comunicate con puntualità alla cittadinanza”.