Fonte: Comune di Cesena

Proiezioni da venerdì 8 a sabato 16 luglio

La decima edizione di Piazze di Cinema 2022 non poteva non essere dedicata ai grandi del cinema di cui quest’anno ricorre un particolare anniversario. Spiccano i nomi di Tognazzi, Gassman, Rosi, ma anche di Monica Vitti, nella ricca programmazione che caratterizzerà la rassegna cinematografica promossa dal Centro Cinema Città di Cesena e dall’Amministrazione comunale, insieme alla Cineteca di Bologna, che quest’anno, da venerdì 8 a sabato 16 luglio, sarà ospitata nelle suggestive e centralissime cornici del Chiostro di San Francesco, alle spalle della Biblioteca Malatestiana, e dell’Arena San Biagio di Palazzo Guidi. Nel corso dell’intera settimana i cesenati e tutti gli appassionati di cinema arrivati da fuori potranno godere della magia del grande schermo stando a pochi metri di distanza dai loro beniamini. Saranno in città: Pif, Celeste Cescutti, Chiara Bellosi e Germano Gentile. All’interno della rassegna torna anche quest’anno il PREMIO MONTY BANKS con la giuria popolare, il riconoscimento che il festival di Cesena “Piazze di Cinema” attribuisce alla miglior opera prima, in omaggio a Mario Bianchi, il vero nome di Monty Banks, attore, regista e produttore cinematografico cesenate (1897-1950) attivo a Hollywood e nel Regno Unito nella prima metà del Novecento.

Si comincia venerdì 8 luglio, alle ore 21, all’Arena San Biagio, con la proiezione del film “E noi come stronzi rimanemmo a guardare” (2021) di Pif. La serata sarà impreziosita dalla presenza del regista. Sabato 9 luglio, al Chiostro di San Francesco, sono previste le premiazioni della 25esima edizione di “Cliciak – Scatti di cinema” e a seguire la proiezione della pellicola restaurata “I mostri” (1963) di Dino Risi nel centenario di Gassman e Tognazzi. Nella serata di domenica 10 luglio l’Arena San Biagio ospiterà il Premio Monty Banks per opere prime e seconde con la proiezione “Piccolo corpo” di Laura Samani (2021) e l’incontro con la protagonista Celeste Cescutti. Lunedì 11 luglio, nell’ambito delle celebrazioni per il centenario di Francesco Rosi, proiezione della pellicola restaurata “Il caso Mattei”(1972), quanto mai legata all’attualità della crisi energetica. Martedì 12 luglio, all’Arena San Biagio, la regista Chiara Bellosi presenterà il film “Calcinculo” (2022)- Premio Monty Banks per opere prime e seconde; mercoledì 13, sempre nella corte interna di Palazzo Guidi, sarà proiettato “Settembre” (2022) di Giulia Steigerwalt – Premio Monty Banks per opere prime e seconde. Giovedì 14 luglio il pubblico potrà accogliere l’attore Germano Gentile protagonista del film “Il legionario” di Hleb Papou (2021) – Premio Monty Banks per opere prime e seconde. Venerdì 15 luglio al Chiostro di San Francesco grande omaggio all’amatissima attrice, autrice e regista Monica Vitti musa di Michelangelo Antonioni e compagna di avventure di Alberto Sordi venuta a mancare lo scorso febbraio. Nel corso della serata sarà proiettato “Dramma della gelosia, tutti i particolari in cronaca” (1970) di Ettore Scola (versione restaurata).

Grande chiusura sabato 16 luglio al Chiostro di San Francesco. In apertura “Il discorso finale” tratto dal film “Il grande dittatore” di Charlie Chaplin (Usa – 1940). A seguire “Est – Dittatura Last Minute” di Antonio Pisu (2020) con il saluto dei produttori Maurizio Paganelli e Andrea Riceputi. Tutte le serate avranno inizio alle ore 21,30. Le proiezioni in programma al Chiostro di San Francesco saranno gratuite.

CINEMA E MOSTRE. Nel corso della stagione estiva sono inoltre previste due mostre: “Fotografi di scena del cinema italiano. Umberto Montiroli” che sarà fruibile alla Galleria del Ridotto da giovedì 23 giugno all’11 settembre. In occasione della 25esima edizione di “CliCiak scatti di cinema” un ritorno alle origini, ovvero ai tempi in cui quando accanto al concorso veniva omaggiato un grande fotografo del passato. Umberto Montiroli è uno degli ultimi grandi fotografi. Entrato giovanissimo nel laboratorio di G.B. Poletto, dal 1977 con “Padre padrone” è diventato fotografo di fiducia dei fratelli Taviani di cui ha documentato tutta la filmografia (eccetto “La notte di San Lorenzo”). Nel suo curriculum anche film di Nanni Moretti (“Aprile” e “La stanza del figlio”) Gianni Amelio (“Porte aperte”), David Lynch (“Velluto blu”) e i primi “cinepanettoni” (“Vacanze di Natale ’90” e “Vacanze di Natale ’91”). La mostra, composta da un settantina di foto che testimoniano la sua lunga carriera è accompagnata da un catalogo, la cui lettura è introdotta da un’intervista a Paolo Taviani.

Alla Galleria Pescheria invece sabato 9 luglio sarà inaugurata la mostra “CliCiak scatti di cinema – 25esima edizione” che potrà essere visitata fino al 4 settembre. L’esposizione, frutto del concorso nazionale per fotografi di scena, verrà inaugurata alla presenza dei fotografi premiati. Anche questa mostra sarà impreziosita da un catalogo.