Fonte: Comune di Cesena

L’Assessora Francesca Lucchi: “Infrastrutture direttamente richieste dai cittadini che contribuiranno a collegare le frazioni al centro città”

Un rete ciclabile interconnessa. A poche settimane dall’avvio dei lavori di realizzazione del primo stralcio della pista ciclabile via Emilia-Diegaro, fino alla rotonda Paul Harris, e a circa un mese dall’apertura del cantiere della pista di Via Ravennate, la Giunta ha approvato i progetti relativi ad altri due collegamenti ciclabili che contribuiranno a rendere Cesena una città in cui spostarsi in bici è realmente facile. È questo il caso dei percorsi di Borgo delle Rose, a Borello, e del secondo stralcio della ciclabile che attraversa la Via Emilia, che dalla rotonda Paul Harris arriverà alla rotonda Diegaro.

“Così come indicato nelle Linee di mandato e in pieno accordo con quanto richiesto dai cittadini e inserito all’interno dei Patti di Quartiere – commenta l’Assessora alla Mobilità Sostenibile Francesca Lucchi – ampliamo l’infrastruttura ciclabile della nostra città in riferimento al centro urbano e alle zone più periferiche. È questo, ad esempio, il caso della ciclabile di Borgo delle Rose, richiesta dai residenti del Quartiere Borello ma anche del secondo stralcio del percorso ciclabile che collega la frazione di Diegaro a Cesena. Si tratta di due progetti inseriti nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile che contribuiranno a rendere la rete ciclabile cittadina interconnessa e ad ampliare la Bicipolitana, che sarà composta da 135 chilometri di percorsi dedicati. Progettare sempre più ciclabili è necessario per valorizzare l’uso di questo mezzo leggero e garantire la sicurezza di ciclisti e autisti nelle vie particolarmente trafficate che, grazie a questi percorsi dedicati, possono spostarsi facilmente, anche da un quartiere all’altro. Proprio confermando questo impegno sul fronte della mobilità sostenibile – prosegue l’Assessora – entro l’estate 2022 prenderanno avvio i lavori di realizzazione della pista di Viale Gramsci, che andrà a completare la rete ciclabile del territorio collegando il tracciato di Viale della Resistenza a Viale Matteotti. A giugno invece sarà avviato il cantiere per la realizzazione del primo stralcio della pista ciclabile via Emilia-Diegaro, fino alla rotonda Paul Harris. È invece in corso lungo Viale Bovio, compreso fra la Via Angeloni e la Rotonda Panathlon”.

La mobilità è uno dei temi che caratterizzano i patti sottoscritti dall’Amministrazione comunale e dai 12 Quartieri cittadini e rappresenta la vera sfida del futuro. In modo specifico, con il progetto relativo alla ciclabile di Borgo delle Rose – dell’ammontare complessivo di 380 mila euro – si intende mettere in sicurezza il transito ciclo-pedonale lungo la strada provinciale, Via Linaro, realizzando un percorso protetto che colleghi il centro abitato di Borello con la frazione di Borgo delle Rose per una lunghezza di circa 700 metri. Corrisponde invece a 1 milione di euro l’intervento che porterà alla prosecuzione della ciclabile lungo la Via Emilia. Con questo secondo stralcio si completerà la messa in sicurezza del transito ciclo-pedonale lungo la Via Emilia Ponente fino al confine comunale, dalla rotonda Paul Harris alla rotonda Diegaro, utilizzando le banchine stradali dove esistenti e realizzando alcuni tratti di tombinamenti dello scolo consorziale che costeggia la Via.