Foto di repertorio

Primo appuntamento sabato 7 maggio alle ore 17

Prosegue la collaborazione tra Comune di Cesena e Università di Urbino Carlo Bo attorno ai temi della storia e della filosofia della scienza, già consolidata in anni di ricerca e divulgazione, svolte grazie ad un prezioso connubio e apice di un iceberg di iniziative che si sono inanellate lungo quarant’anni di eventi, aperti nel 1982 dalla prima edizione di Dimensione ScienzaSono in programma tre iniziative a partire dal 7 maggio quando, alle 17, nel Foyer del Teatro Bonci verrà presentato il volume “Experience, Abstraction and the scientific image of the world”, curato da Claudio Calosi, Pierluigi Graziani, Davide Pietrini, Gino Tarozzi per Franco Angeli.

Il volume raccoglie diversi contributi in onore di Vincenzo Fano per il suo sessantesimo compleanno scritti da alcuni tra i principali filosofi della scienza italiani e non, come Carlo Rovelli, Dennis Dieks, F. A. Muller, Giovanni Boniolo, Sergio Doplicher, Maria Luisa Dalla Chiara, Roberto Giuntini, Mauro Dorato, Fabio Minazzi, Guido Cusinato, Gustavo Cevolani, Marco Buzzoni, Rossella Lupacchini, sia da colleghi, amici e allievi dell’ateneo urbinate come Gino Tarozzi, Mario Alai,  Marco Rocchi, Almo Farina, Liana Lomiento, Claudio Calosi, Pierluigi Graziani, Giovanni Macchia, Stefano Calboli, Davide Pietrini, Gabriele Ferretti, Antonella Foligno, Alberto Corti, Enrico Cinti e Marco Sanchioni. Tali contributi affrontano numerose e rilevanti questioni di filosofia e metafisica della scienza, di epistemologia, di storia del pensiero scientifico e filosofico, e della relazione tra filosofia, scienza e arte. Il principale aspetto del volume, che riflette l’ampiezza e la profondità della ricerca di Vincenzo Fano, è il dialogo costante intrattenuto da Fano con differenti forme di conoscenza: dalle scienze pure e applicate all’arte, dalla filosofia alla filologia, dagli studi sul mondo antico a quelli sul pensiero contemporaneo. Il volume si conclude con una estesa e puntuale replica di Fano alle questioni trattate nei vari saggi.

La presentazione in lingua italiana, promossa dall’Università di Urbino “Carlo Bo” Dipartimento di Scienze Pure e Applicate, Centro Interuniversitario di Ricerca in Filosofia e Fondamenti della Fisica (CIRFIS), Comune di Cesena, Nuova Fondazione Rossana e Carlo Pedretti, sarà introdotta da Jure Zovko, Presidente dell’Académie Internationale de Philosophie des Sciences, Carlo Verona, Assessore ai Servizi Culturali e all’Inclusione, Sara Tagliagamba, Direttore della Nuova Fondazione Pedretti. Interverranno Mario Alai,  Professore di Filosofia e teorie dei linguaggi nell’Università di Urbino, Vincenzo Fano, Presidente della Società Italiana di Logica e Filosofia delle scienze, Franco Pollini, Direttore del Teatro Alessandro Bonci di Cesena, e Gino Tarozzi, Direttore del CIRFIS e Presidente della Nuova Fondazione Pedretti.

La seconda presentazione sarà proposta sabato 21 maggio, semprenel Foyer del Teatro Bonci, alle 17, e riguarderà la raccolta di testi teatrali di argomento scientifico di Franco Pollini, Alla ricerca della madre perduta, edita dalla Casa editrice “Il Ponte Vecchio”. Saranno presenti Carlo Verona, Assessore ai Servizi Culturali e all’Inclusione del Comune di Cesena, Marino Biondi, Università di Firenze, Maria Luisa Dalla Chiara, Professoressa emerita Università di Firenze, Vincenzo Fano, Università di Urbino, Gabriele Marchesini, regista, Margherita Melani e Sara Taglialagamba, Nuova Fondazione Rossana e Carlo Pedretti, Gino Tarozzi, Università di Urbino. Il volume e la presentazione sono dedicati alla memoria di Giuliano Scabia, regista e autore. Gabriele Marchesini leggerà qualche pagina da un suo testo teatrale.

Il terzo evento si svolgerà l’11 giugno, alle ore 16,30, nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana. Anche quest’anno la Scuola Estiva di Filosofia della Fisica, organizzata dall’Università di Urbino, giunta quest’anno alle XXV edizione, si  concluderà a Cesena con un “processo” che contrappone opposte interpretazioni di un concetto/problema discusso durante la Scuola. Il Processo ruoterà quest’anno attorno ai temi dell’ Ologramma Cosmico, suscitati dall’omonimo libro di Jude Currivan.