Fonte: Comune di Cesena

La struttura assicura il servizio a tutti i Comuni della Vallata del Savio e del Rubicone

Una casa più grande per i nostri amici a quattro zampe. Sono stati affidati alla ditta Impresa Costruzioni Antonini Gregorio & C. di Sarsina i lavori di ampliamento e di adeguamento del canile intercomunale di Rio Eremo che partiranno entro maggio. L’intervento, corrispondente a un investimento complessivo dell’Amministrazione comunale di 200 mila euro, a cui si somma un contributo regionale di 75 mila euro, renderà la struttura ulteriormente funzionale non solo in riferimento al ricovero dei cani ma anche rispetto allo svolgimento di tutte le attività di accalappiamento, recupero, custodia, mantenimento e cura degli animali abbandonati.

“Con l’aggiudicazione dei lavori – commenta l’Assessora Francesca Lucchi – si conclude l’iter che porterà all’ampliamento dell’intero polo, vero e proprio presidio del territorio a cui fanno riferimento le Amministrazioni comunali di Cesena, Gatteo, Longiano, Roncofreddo, Gambettola, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Borghi, Sogliano sul Rubicone, Mercato Saraceno, Montiano, Sarsina, Bagno di Romagna e Verghereto. Gli interventi di ampliamento e ristrutturazione sono finalizzati ad adeguare le strutture alle normative vigenti e a garantire un miglior benessere agli animali ospitati. Si tratta di un progetto molto importante che se da una parte valorizza il patrimonio pubblico, messo a disposizione di tutto il territorio cesenate, dall’altra renderà più agevole il lavoro dei volontari che quotidianamente si prendono cura degli animali abbandonati”.

A partire dai prossimi mesi dunque la struttura, attualmente gestita dalla ditta Obiettivo solidale Società cooperativa sociale onlus di Gatteo che collabora con l’Associazione cesenate Protezione animali (A.C.P.A.), oltre che rispondere alle nuove esigenze normative sarà certamente più rinnovata e accogliente. Con l’obiettivo di renderla ulteriormente funzionale saranno realizzate nuove strutture e box da destinare ai sequestri e alla quarantena, di cui oggi è priva. A questi si sommeranno altri lavori di ripristino al corpo di fabbrica esistente. Prevista inoltre la realizzazione di un viale alberato parallelo a Via Sorrivoli.

I nuovi box per la quarantena, saranno realizzati con soluzione prefabbricate, provvisti di copertura e cuccia coibentata, dotati di pannellature laterali di separazione per impedire interferenza tra gli animali ospitati. Tutte le nuove recinzioni perimetrali a delimitazione delle aree in ampliamento e delle nuove aree di sgambamento, saranno realizzate con rete metallica a maglia sciolta a forma romboidale e pali in ferro zincati. Le compartimentazioni dei reparti di quarantena e di tutte le ulteriori suddivisioni interne, saranno realizzate, con pannelli in ferro a maglia rigida e tubolari metallici; allo stesso modo saranno realizzate anche le compartimentazioni delle aree di sgamba mento. È inoltre in programma la realizzazione di una struttura in calcestruzzo a un piano sorretta da pilastri verso il fabbricato esistente e di muri di contenimento contro terra dotati di impermeabilizzazione e drenaggio per la raccolta delle acque meteoriche.