Fonte: Comune di Cesena

Il progetto, che interesserà cittadini e agricoltori, coinvolge solo due località italiane

La relazione tra la città di Cesena e il mondo naturale degli insetti si fa sempre più stretta. A partire dal prossimo mese di maggio, e per tutta la stagione estiva, la città del Savio ospiterà il “Percorso Impollinatori” caratterizzato da una strutturata serie di azioni partecipative che coinvolgeranno insieme cittadini e agricoltori locali nella salvaguardia degli insetti impollinatori. L’appuntamento che darà l’avvio a questa nuova esperienza di comunità è in programma per martedì 3 maggio, dalle 17 alle 18,30, nell’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana.


Il “Percorso Impollinatori” si sviluppa all’interno del progetto “Sting”, parte del portfolio di attività del Competence Centre on Participatory and Deliberative Democracy (CC-DEMOS) della Commissione europea. Il Centro di Competenza si occupa di partecipazione pubblica, pratiche deliberative e coinvolgimento dei cittadini nell’ambito della produzione scientifica e dell’elaborazione di politiche pubbliche. Cesena è una delle due località italiane selezionate dal Centro di Competenza (insieme ad altr due aree naturali dell’Abruzzo) per ospitare le azioni partecipative in Italia; nel resto d’Europa l’iniziativa si svolgerà contemporaneamente in Polonia, Romania, Belgio e Danimarca.

“Il coinvolgimento di cittadini e agricoltori nelle azioni a sostegno degli insetti impollinatori – commenta l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale Francesca Lucchi – ha come scopo quello di approfondire le relazioni di cura già esistenti sul territorio e di attivare nuove sinergie. Da molti anni l’Amministrazione comunale promuove azioni e iniziative tese a sensibilizzare il territorio sul tema della biodiversità e sull’importanza degli insetti impollinatori, sempre più a rischio all’interno delle realtà urbane. Siamo dunque felici di prendere parte a questo nuovo percorso che coinvolgerà attivamente cittadini ed agricoltori con tre precise azioni partecipative che si svolgeranno da maggio a fine estate”. I partecipanti infatti avranno la possibilità di mettere in campo le proprie esperienze personali rispetto al tema degli impollinatori, si confronteranno con il ruolo sociale ed ecologico di tali insetti, e progetteranno insieme azioni atte a proteggerli coinvolgendo tutto il territorio e i suoi abitanti. Si tratterà di tre azioni diverse fra loro, ognuna votata a coinvolgere i partecipanti in maniera creativa e sperimentale.