“La produzione aveva spese alte e incassavamo davvero poco”, serviva una piccola rivoluzione

Il “progetto green” di Filippo Casali (24 anni), Riccardo Brandolini (23 anni), Samuele Lombardi (22 anni) e Raffaele Rattini (27 anni), è nato nel 2019. I quattro ragazzi sono rispettivamente un laureando in tecnologie alimentari, un perito elettronico, un perito meccanico e un laureato in economia.

Riccardo spiega che, una volta costituita l’azienda agricola, si sono messi alla ricerca dei terreni da coltivare partendo con un paio di ettari, oggi arrivati a dieci, più due per cui hanno chiuso il contratto pochi giorni fa. Sono tutti in affitto, distribuiti tra le frazioni di Martorano, Ronta e San Giorgio. Filippo riferisce che la svolta è stata lasciare da parte i mercati agricoli, per ideare, e informatizzare, una modalità nuova per consegnare il prodotto direttamente ai consumatori.

Lavoro sul campo

Filippo Casali: “Produciamo tutte le orticole, mentre per la frutta ci appoggiamo soprattutto a produttori del territorio”, approfondisce: “Per quello che non riusciamo a produrre ci rivolgiamo ad altri agricoltori, come è consentito fare alle aziende agricole integrando, nella misura massima finale del 50% all’anno”. Aggiunge Samuele Lombardi: “Abbiamo duemila metri di serre che montiamo da ottobre ad aprile, per il resto lavoriamo in campo aperto”.

E-commerce

Riccardo racconta “La produzione aveva spese alte e incassavamo davvero poco”, serviva una piccola rivoluzione. Filippo e Riccardo spiegano che si sono quindi attivati con un sito per l’ e-commerce, messo a punto l’organizzazione per la raccolta ordini, affittato i camioncini per le consegne, chiesto aiuto a una azienda agricola locale per avere un magazzino un po’ più grande. “Adesso riusciamo a gestire 700 ordini a settimana e a consegnare in tutte le provincie della Romagna e fino a Bologna”. In azienda, oltre ai quattro soci, ci sono oggi dieci dipendenti tutti giovanissimi.

L’iscrizione al progetto

Spiegano i soci di Green project che la maggior parte degli ordini arrivano oggi dalle persone già iscritte al progetto, l’iscrizione è gratuita e non c’è obbligo di acquisto ma rimane aperta la possibilità di ordinare anche in maniera libera. Tutte le procedure, il listino e le offerte sono sul sito greenproject.store.