Questa mattina la firma dell’atto alla presenza del notaio Antonella Odierna

Questa mattina in Comune a Cesena è stato sottoscritto l’atto formale della cessione per 99 anni all’Università di Bologna del diritto di superficie sulle aree poste nel comparto dell’Ex Zuccherificio (6.371 mq complessivi) destinate alla nuova sede di Psicologia e dell’amministrazione universitaria. La firma è avvenuta alla presenza del Sindaco Enzo Lattuca, del notaio Antonella Odierna, del Presidente del Campus di Cesena professor Massimo Cicognani, del Dirigente del Settore Patrimonio del Comune Andrea Lucchi, del Dirigente Patrimonio UniBo Stefano Corazza e degli Assessori Christian Castorri e Francesca Lucchi. La Delibera di cessione all’Università di Bologna del diritto di superficie sulle aree poste nel comparto dell’Ex Zuccherificio, che di fatto rappresenta un ulteriore tassello che ricompone il progetto del Campus cesenate, era stata approvata nelle scorse settimane dalla Giunta e mercoledì 10 giugno dal Consiglio comunale. Nello specifico, si tratta della terza tappa di un percorso avviato con la realizzazione dell’insediamento universitario di Ingegneria e Architettura in Via dell’Università 50 e proseguito con la cessione, del Comune, del diritto di superficie dell’area sulla quale è in corso di realizzazione lo studentato.

L’edificazione della nuova sede del Dipartimento di Psicologia (unità operativa di sede di Cesena – UOS) e della amministrazione dell’Area di Campus Cesena e Forlì (ACCF) costituisce infatti il completamento del Campus cesenate nella area ex Zuccherificio anche a seguito dell’accordo di programma sottoscritto tra Università di Bologna, il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR) e il Comune di Cesena.

L’intervento, che verrà candidato a finanziamento ministeriale, si pone come obiettivo la costruzione di un edificio nell’area antistante all’insediamento della nuova sede di Ingegneria e Architettura, oggi in piena funzionalità, coerentemente a quanto previsto dal Piano Particolareggiato dell’Area e dal progetto definitivo, elaborato dallo Studio Gregotti International e Associati. Il nuovo edificio, che ospiterà 11 nuove aule didattiche per un totale di 1834 posti, avrà una forma a “L” (3333 mq) a cui si sommeranno circa 2900 mq in quanto una porzione dell’interrato sarà coperta da un giardino pensile. Il progetto prevede la realizzazione di ampi spazi verdi per oltre 5000 mq che costituiranno i cortili esterni verdi degli edifici universitari.

Intanto, nonostante il lockdown e l’emergenza epidemiologica, i lavori allo studentato non hanno subito rallentamenti tanto che lo stabile dovrebbe essere inaugurato nel nuovo Anno Accademico. Il progetto, a seguito della valutazione positiva del Ministero, è stato finanziato dal MIUR in larga parte, confermando la capacità del Campus di Cesena nel riuscire a reperire risorse nell’interesse degli studenti e del potenziamento dei servizi a loro rivolti. Il progetto risale al 2011 ed è stato finanziato per metà dal MIUR. Il Comune ha messo a disposizione l’area, che incide sul valore totale del progetto. I lavori sono partiti nel 2018. Come già comunicato con l’apertura del cantiere, l’edificio si compone di sette piani. Al suo interno è prevista una biblioteca centralizzata (piano terra e primo piano) per la quale sono stati acquistati gli arredi. Al secondo piano ci saranno gli spazi comuni per gli studenti: cucine e refettorio (spazi che saranno affidati alla gestione di Er.Go. – Azienda Regionale Per Il Diritto Agli Studi Superiori). Ai piani superiori ci saranno le camere, con 80 posti letto complessivi.