Due nuovi eventi per addobbare l’albero, laboratori per ragazzi firmati “Piadiniamo”, la Fiera di Santa Lucia e l’immancabile PalaRubicone

Dicembre vivace e coloratissimo per Savignano sul Rubicone, che si appresta a vivere un mese di eventi natalizi grazie alla sempre più efficace collaborazione tra Amministrazione comunale, commercianti e associazioni, che – commenta l’assessore a Cultura e centro storico Maura Pazzaglia – in questi anni stanno sempre più rodando un modo nuovo di lavorare insieme per la propria città. Al pari de “La Dolce Estate”, ora anche l’inverno getta le basi per fare del Natale in centro storico un punto di incontro e richiamo per savignanesi e non”.

 

La prima doppia novità riguarda il grande albero di Natale, che quest’anno arriva direttamente dai boschi della Val di Fassa: l’amministrazione comunale di Canazei ha infatti regalato ai “colleghi” di Savignano un grande abete alto ben 13 metri, pronto a svettare in piazza Borghesi fino all’Epifania. Novità anche per gli addobbi, che per questo 2017 saranno realizzati con i bimbi savignanesi: sabato 2 dicembre ci si troverà in piazza, grandi e piccoli, per una mattinata di festa organizzata da Comune e commercianti a base di allegria, giochi e truccabimbi. In compagnia dell’associazione Zarepta e della cooperativa Koinè, dalle 10 alle 12, i piccoli potranno mettersi alla prova realizzando con le proprie mani piccoli e grandi addobbi da appendere poi insieme sul grande albero. Allo stand i volontari Avis prepareranno cioccolata calda e biscotti per un goloso spuntino.

 

Dopo nemmeno una settimana è di nuovo tempo di ritrovarsi sotto l’albero con l’accensione delle luminarie di venerdì 8, quando anche l’Asilo infantile Vittorio Emanuele II taglierà il nastro (alle 15) della mostra di soggetti del presepe realizzati dai bimbi ispirandosi all’arte di Ilario Fioravanti. Immancabile l’appuntamento con la storica Fiera di Santa Lucia a firma Savignano Eventi: un lungo weekend di festa (8, 9 e10 dicembre) precede infatti la ricorrenza della Santa patrona di mercoledì 13, facendo della Fiera un momento di festa da segnare in agenda per quattro giornate. Domenica 10 dicembre, poi, i più sportivi sono chiamati a raccolta al mattino per la 44esima edizione della Podistica di Santa Lucia, mentre di pomeriggio sono protagonisti i bimbi con il secondo laboratorio targato cooperativa Koinè alla Biblioteca dei Ragazzi (ore 16): con “Nel paese degli alberi di Natale” le zelanti manine realizzeranno un libriccino pop up con alberelli creati con diverse tecniche. Biblioteca dei Ragazzi protagonista anche dello speciale appuntamento natalizio con i volontari di “Nati per leggere”: mercoledì 20 dicembre speciale lettura a tema tra elfi, renne e campanellini.

 

E per tutti i bimbi che – letteralmente… – vogliono mettere le mani in pasta, debutta un nuovo sodalizio generazionale: al centro sociale Casadei, grazie alla collaborazione dei “nonni” del centro con i “maestri piadinai” di Piadiniamo – Ifest e dell’associazione La Verbena, porte aperte per i bimbi dai 6 agli 11 anni che vorranno imparare a impastare e cuocere la vera piadina romagnola doc in un ciclo di laboratori pomeridiani pensati a misura di baby cuoco.

 

Domenica 17 dicembre centro ancora in fibrillazione grazie a “Natalando…fra magiche atmosfere”, un’intera giornata organizzata dai commercianti savignanesi a base di mercatini di Natale, cibo di strada, artisti di strada e presenza assicurata di Babbo Natale in persona corredato degli immancabili elfi. Alle 17, i giovani musicisti della scuola di musica Secondo Casadei renderanno magico il natale savignanese suonando e cantando i brani della tradizione sul sagrato della Chiesa del Suffragio.

 

Alle 15 bimbi e genitori dell’asilo Vittorio Emanuele II daranno vita alla magia del presepe vivente con oltre duecento figuranti tra Sacra famiglia, pastori, angeli, soldati e artigiani. Grazie alla tecnologia di un maxischermo e agli effetti speciali curati dai fratelli Dardari, il racconto del Natale si svilupperà dalla casetta di Maria a Nazareth, dalla ricerca vana di un albergo alla capanna fino all’arrivo del corteo dei Re Magi. Alle 17, i giovani musicisti della scuola di musica Secondo Casadei renderanno magico il natale savignanese suonando e cantando i brani della tradizione sul sagrato della Chiesa del Suffragio. Le due domeniche successive, 24 e 31 dicembre, vedranno piazza Borghesi riempirsi di occasioni per lo shopping con due mercati mattutini straordinari.

 

Ancora musica giovedì 21 dicembre alle 21 nella chiesa del Suffragio di Savignano sul Rubicone, quando l’Ensemble Barocco del Conservatorio di Ferrara, grazie all’instancabile spirito di iniziativa di Achille Galassi, proporrà il concerto grosso “fatto per la notte di Natale” di Arcangelo Corelli, “il Riposo” di Antonio Vivaldi e la Cantata Pastorale per soprano e archi “ oh di Betlemme altera povertà” di Alessandro Scarlatti.

 

Immancabile infine, da sabato 2 dicembre a domenica 14 gennaio, l’allegria festosa del PalaRubicone, la tensostruttura nell’area dello stadio che dal 1996, grazie allo spirito di iniziativa del patron Pier Franco Nini Gozi, rallegra le serate invernali tra tombole, concerti, brindisi e buona cucina.