Al via il 2° ciclo di dialoghi sulla Cesena multiculturale

Sono oltre 17.000 i bambini ed i ragazzi ricompresi nella fascia di età 3-18 anni che frequentano le scuole cesenati, da quelle dell’infanzia fino agli istituti superiori, passando per la scuola primaria e media.

Di questi, 2.267 studenti (pari all’13% del numero complessivo) sono ragazze e ragazzi di origine straniera, a fronte di una percentuale di stranieri sul numero totale dei cittadini residenti a Cesena che si ferma, invece, al 9,4%.

Se invece si guarda solo ai bambini piccoli iscritti alle scuole dell’infanzia, la percentuale di coloro che hanno origini non italiane supera già il 25% (un bimbo su quattro).

Pur mantenendosi al di sotto delle medie regionali, questi dati attestano chiaramente come anche Cesena sia già, a tutti gli effetti, una città multiculturale, dove ragazzi con storie, esperienze e identità diverse crescono insieme ogni giorno.

Una città dove persone segnate da molteplici ambiti culturali condividono i luoghi della vita quotidiana, a cominciare da quello scolastico.

Al fine di comprendere meglio cosa significhi tutto questo e capire se la compresenza nelle classi stia divenendo davvero per gli studenti convivenza consapevole, l’Amministrazione comunale ha organizzato anche quest’anno una serie di incontri dentro alle scuole, da quella primaria, fino alle superiori.

Il secondo ciclo della rassegna di incontri “Pluralia”, prevede tre appuntamenti che sono partiti venerdì 21 aprile alla Scuola Media “Viale della Resistenza” e proseguiranno sabato 29 aprile alle ore 10.15 all’Istituto Versari Macrelli e venerdì 12 maggio alle ore 17.30 alla Scuola Primaria Fiorita. Tutte e tre le iniziative sono scaturite dal confronto fra il Comune e le scuole, all’interno del Centro di Documentazione Educativa “G. Zavalloni”.

“Dentro alle scuole della nostra città – intervengono il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alla Scuola Simona Benedetti – vivono normalmente bambini che stanno crescendo in famiglie con abitudini e culture diverse. Bambini che saranno, tutti, i cittadini di domani e che vivendo insieme ogni giorno stanno già tessendo il filo della loro appartenenza alla comunità cesenate. Pensando a loro, alle famiglie, alle fatiche positive delle insegnanti, abbiamo coltivato con entusiasmo l’idea che il dialogo su questo tema debba essere diffuso maggiormente. Per questo i tre incontri del 2° ciclo di “Pluralia”, dopo il buon esito della prima edizione tenutasi lo scorso anno, sono aperti alle insegnanti ma, soprattutto, ai ragazzi e alle loro famiglie.  Auspichiamo vivamente, infatti, che questi dialoghi servano per consegnare ai genitori, ai docenti, ai ragazzi, strumenti utili per continuare a crescere insieme”.

Al primo appuntamento alla Media “Viale della Resistenza” sono intervenuti il giornalista e scrittore Robert Elliot e i ragazzi della redazione “ochioaimedia.org” di Ferrara, che saranno i relatori anche dell’incontro previsto il 29 aprile all’Istituto Versari Macrelli. Il 12 maggio alla Scuola Fiorita, interverrà l’antropologa Laura Lepore.