CESENATICO. Nella giornata di domenica 9 ottobre presso una struttura alberghiera di Villamarina sono arrivati 15 profughi. Tra i migranti vi sono anche 4 minori di cui tre con famiglia e uno non accompagnato.

La scelta è stata fatta in maniera unilaterale dalla Prefettura di Forlì-Cesena nonostante il parere contrario del Sindaco Matteo Gozzoli.

Decisiva la disponibilità fornita da un imprenditore del luogo e la necessità di trovare posti in tempi stretti.

A gestire i nuovi arrivati è la Croce d’Oro onlus che si è aggiudicata l’affidamento in via diretta.

“Sono stato contattato dal Viceprefetto Massa nella serata di sabato – afferma il Sindaco Gozzoli – e ho espresso il mio parere negativo all’arrivo di altri migranti nel nostro territorio comunale. Si tratta di una questione di equa distribuzione sul territorio dell’Unione Rubicone-Mare. Vorrei ricordare che su 120 migranti ospitati nella nostra Unione ben 80 sono a Cesenatico, gli altri 40 divisi tra 8 Comuni con Gatteo, San Mauro Pascoli, Gambettola e Borghi che ad oggi non hanno ancora messo a disposizioni strutture.”

Già nel mese di agosto il Sindaco di Cesenatico aveva scritto al Prefetto per chiedere una distribuzione equa dei richiedenti asilo sul territorio.

L’accordo tra ANCI e Ministero dell’Interno- infatti – prevedeva 2,5 migranti ogni 1.000 abitanti. Cesenatico insomma ne dovrebbe ospitare 65 al massimo ma a causa delle mancate risposte dei Comuni limitrofi si trova ad ospitarne 95.

“Sono deluso dalla mancata solidarietà degli altri comuni dell’Unione – prosegue Gozzoli – non è possibile che sia solo Cesenatico ad ospitarli per il semplice fatto che abbiamo nel territorio strutture alberghiere e imprenditori disponibili a farlo.”

“Il Dottor Massa – spiega Gozzoli – mi ha comunicato che la permanenza dei nuovi arrivati sarà di 5 giorni. Ora vigileremo sul rispetto degli accordi e nei prossimi giorni valuteremo le mosse da fare all’interno dell’Unione. Ho già informato la Giunta e la maggioranza, ora la questione sarà posta in modo forte all’interno della Giunta dell’Unione e se non ci saranno risposte dovremo fare delle valutazioni serie in merito ai rapporti all’interno dell’Unione.”

 

Ufficio Stampa del Comune di Cesenatico