Finanziato con risorse proprie del Comune pari a 110mila euro, e la compartecipazione finanziaria della Fondazione, per aiutare famiglie in difficoltà

“Nel contesto della persistente crisi economica che si sta attraversando, sono sempre più numerose le famiglie a rischio di povertà per le quali diventa prioritario il mantenimento o reperimento di un alloggio in locazione nel mercato privato. Per questa ragione” – spiega l’Ass.re alle politiche abitative Rosaria Tassinari – “abbiamo ritenuto necessario continuare a garantire le forme di supporto al disagio abitativo rilevabile nel territorio comunale attraverso la costituzione del Fondo Casa per la corrente annualità.”
“Il fondo è finanziato con risorse proprie del Comune di Forlì, pari a 110mila € e la compartecipazione finanziaria della Fondazione della Cassa dei Risparmi di Forlì per un totale di 210mila euro. La finalità di questo strumento è quella di proseguire nella realizzazione di interventi, in parte anche innovativi, relativi ad azioni anti-sfratto; azioni mirate a promuovere la conclusione di nuovi contratti di locazione e contributi affitto a sostegno delle locazioni private. I destinatari di questi contributi sono persone e nuclei familiari in forte difficoltà nella sostenibilità del canone di affitto, con priorità per richiedenti con forte riduzione del reddito attualmente percepito rispetto a quello risultante dall’ultima dichiarazione, riduzione dovuta a causa di crisi occupazionale; all’emergenza COVID 19 ovvero problematiche familiari o di salute.”
“Ringrazio di cuore la Fondazione per il prezioso finanziamento che ogni anno garantisce a queste iniziative. Il loro contributo” – conclude la Tassinari – “è fondamentale per aiutare chi versa in situazioni di criticità economica e difficoltà abitativa.”
Per maggiori informazioni sulle modalità, i criteri e i termini di erogazione del contributo si può contattare lo Sportello Sociale del Comune di Forlì (0543 712888), gli assistenti sociali di riferimento per chi già ne usufruisce e il Centro di ascolto della Caritas (0543-35192).