“Stimolare i proprietari degli immobili ad uno sforzo”

Un estratto della lettera

“Dopo circa due mesi di sospensione dell’attività, che ha già comportato mancati incassi per quasi il 20% e oltre del fatturato annuo, ed in previsione della riapertura con preventivabile perdita di fatturato pari ad un ulteriore 30%, segnaliamo il problema del costo degli affitti nei locali del centro, che nella situazione attuale non sono congrui al momento di estrema difficoltà che stiamo attraversando”.

La richiesta

L’associazione chiede al primo citadino “un intervento atto a stimolare i proprietari degli immobili ad uno sforzo locativo di riduzione del costo degli affitti fino alla fine del 2020, per poter dare fiato alle attività in crisi che potrebbero avere pesanti ripercussioni sul proseguimento delle attività stesse e che potrebbero causare altrettante ricadute sul fronte occupazionale”.

I firmatari

Sono 61 le aziende che aderiscono all’iniziativa: Cartoleria Raffoni, Locanda Aequebuse, Nuomo, Brillante, Pizzeria dello Studente, Gelateria Viroli, Pasticceria Roberto, Tabaccheria del Duomo, Cruff, Tinto Cafè, Civico 12, Fioreria, Kasanova, Charget, Treossi, Ale 2, La Sosta, Momento, Marylin, Partenope Cafè, Colonia restauri, Artefatti, La botteghina del libro, Forlicasa Immobiliare, Lovo, Silvestri & Taddei, Liquirizia, Brunelli, Allaciaeslaccia, Cartoleria Monti, AnnaAnnae, Petit Arquebuse, Garibaldi 82, Manoni 2.0, Anima Bio, Impronta, Domus Antik, King Shop, Caffetteria del Duomo, Moda più, Calzerotto, Agenzia viaggi Fortuna, Biancofarina, Otica Benini, Fabbri Botique, Driver, Bar il Mattino, Ottica Erbacci, Monciccì, Lattuga, Ferri & Menta, Fotodigital discount, Timbrificio Forlivese, Fuori Luogo, Quarantotto, Don Abbondio, Lalù, Gioielli Mambelli, Graffiecapricci, Drogheria Perugini, Vivere&Viaggiare.