Viene utilizzato Skype ma soprattutto WhatsApp

“Alcuni adolescenti stanno soffrendo la situazione del lockdown per emergenza COVID, che ironicamente definiscono “arresti domiciliari”, ma stanno dando prova di grande responsabilità – spiega  la dottoressa Loretta Raffuzzi, psicologa responsabile del Consultorio Giovani e Centro “Acchiappasogni”  di Forlì - C’è chi esplicita di  osservare le  prescrizioni anche per il bene dei nonni che hanno in casa, mostrando una sensibilità ed un altruismo toccanti”.  
“In questo particolare periodo di emergenza – prosegue - a Forlì ci stiamo muovendo con diverse modalità di servizio, indirizzate ai giovani utenti del Consultorio Giovani e dell’Acchiappasogni. 
Abbiamo sospeso alcuni percorsi di aiuto, su richiesta degli stessi adolescenti e stiamo portando invece avanti altri percorsi di aiuto, attraverso la modalità dei videocolloqui, che gli adolescenti apprezzano molto e rispetto ai quali si sentono, spontaneamente, a loro agio (l’Azienda ci ha fornito due cellulari per fare le videochiamate e stiamo utilizzando Skype ma soprattutto Whatsapp). Stiamo comunque proseguendo alcuni colloqui vis a vis per situazioni complesse ed urgenti. In questi casi, avvisiamo prima i ragazzi che nel caso presentassero sintomi quali tosse, febbre, o mal di gola, dovranno disdire e che lo stesso faremo noi. Naturalmente all’entrata dei nostri Servizi abbiamo messo del disinfettante per mani, durante il colloquio collochiamo le sedie ad una distanza più ampia del consueto e cerchiamo di usare e far usare le mascherine… anche se accogliere/ascoltarsi/relazionarsi/parlare con la mascherina è davvero problematico”.

L’Acchiappasogni e il Consultorio Giovani possono accogliere e dare risposta alle problematiche degli  adolescenti e a quelle degli adulti in relazione con loro. Il Servizio accoglie problematiche che riguardano il disagio evolutivo, i disturbi emozionali, relazionali, i disturbi comportamentali, alimentari e l’uso di sostanze. E’ rivolto a ragazze e ragazzi di età compresa  fra i 14 ai 20 anni e adulti con ruolo educativo (genitori, parenti, insegnanti, educatori, allenatori sportivi, ecc.) residenti nei Comuni appartenenti al comprensorio forlivese dell’Azienda Usl della Romagna. Per informazioni e appuntamento ci si può rivolgere al tel. 0543/731141.