Parteciperanno il prefetto di Forlì-Cesena Antonio Corona e il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini

In occasione dell’inizio del triduo pasquale mons. Livio Corazza ha scritto una lettera indirizzata ai sacerdoti e ai diaconi che il 9 aprile, Giovedì Santo, si sarebbero dovuti incontrare tutti insieme, con il Vescovo, per la tradizionale messa crismale.

E’ la messa in cui i sacerdoti rinnovano le promesse fatte nel giorno della loro ordinazione e nella quale vengono benedetti gli oli sacri che vengono utilizzati durante l’anno per i sacramenti del battesimo, della cresima, dell’ordinazione sacerdotale e dell’unzione degli infermi.

“Dall’inizio di questa quaresima, anche le nostre abitudini sono state buttate all’aria – scrive mons. Corazza – e così ci ritroviamo a vivere un Giovedì Santo unico (speriamo sia davvero unico!) e ridotto all’essenziale. Quando potremo riprendere i nostri incontri fraterni, la nostra formazione, le collaborazioni pastorali? Non lo sappiamo, e questa incertezza ci fa pesare ancora di più questa situazione.  Come rispondiamo allora, a questi eventi? Con la rassegnazione? Con la protesta? Con la chiusura? Vi chiedo di rispondere con la preghiera, perché il Signore ci illumini, ci guidi e ci dia coraggio. Soprattutto a coloro che sono più in difficoltà”.

Il Vescovo chiede quindi a tutti i sacerdoti che il Giovedì Santo facciano un’ora di adorazione, nello stesso orario, dalle 9.30 alle 10.30, dove rinnovare personalmente le promesse dell’ordinazione. In occasione della Pasqua il Vescovo ha scritto anche ai religiosi, ai membri del Consiglio pastorale diocesano e all’Istituto superiore di scienze religiose (i testi integrali delle lettere sono pubblicati nel sito della Diocesi (www.diocesiforli.it).

Celebrazioni presiedute dal Vescovo nel triduo pasquale

il 9 aprile, Giovedì Santo, alle 17.30, la messa nella Cena del Signore;

il 10 aprile, Venerdì Santo, alle 15, la celebrazione della Passione del Signore;

l’11 aprile, Sabato Santo, alle 21, la veglia pasquale;

il 12 aprile, alle 10, la messa di Pasqua (diretta su Teleromagna) alla quale parteciperanno il prefetto di Forlì-Cesena, Antonio Corona e il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini. Durante la messa di Pasqua il Vescovo farà la tradizionale benedizione delle uova anche per coloro che seguiranno le celebrazioni da casa.

Alle 11.45 suoneranno a distesa le campane di tutte le chiese della Diocesi, invitando a seguire alle 12 il Regina Coeli del Papa e ricevere la benedizione Urbi et Orbi. Le celebrazioni del triduo pasquale, sempre a porte chiuse, saranno trasmesse in diretta sui canali social della pastorale giovanile.