E le modalità di presentazione delle domande

“Fino a 350 euro di buoni spesa a nucleo familiare in difficoltà”. Ad annunciarlo è l’Ass.re al Welfare Rosaria Tassinari che entra nel merito dei criteri per l’erogazione dei buoni spesa per fronteggiare l’emergenza alimentare.
“La nostra priorità è stata quella di indirizzare questa tipologia di contributo a coloro che fino a ieri erano il motore dell’economia cittadina e che oggi si trovano ad affrontare una situazione di crisi. Penso per esempio ai piccoli esercenti che hanno sospeso la propria attività commerciale, o ai tantissimi genitori che che si barcameno tra le esigenze dei propri figli e quelle dei coniugi più anziani. Chiediamo a ognuna di queste persone di farsi avanti e di non cedere alla vergogna. Ogni istanza verrà valutata con il massimo della riservatezza e professionalità dai nostri uffici”.
Sulla base dell’ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile a favore del Comune di Forlì sono stati assegnati e già erogati € 622.017,42, da destinarsi all’erogazione di buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e di prodotti di prima necessità.
“Nel definire i criteri di individuazione dei beneficiari” – spiega l’Ass.re Tassinari – “abbiamo dato priorità alle nuove povertà connesse all’emergenza epidemiologica, con particolare attenzione per quei cittadini non già assegnatari di sostegno pubblico. I buoni sono determinati sulla base della composizione del nucleo familiare e dei seguenti criteri:
• € 100,00 nuclei familiari composti da 1 persona
• € 150,00 nuclei familiari composti da 2 persone
• € 250,00 nuclei familiari composti da 3 persone
• € 300,00 nuclei familiari composti da 4 persone
• € 350,00 nuclei familiari composti da 5 persone
• dal 6° componente + 30 euro aggiuntivi per ciascun ulteriore componente
• +20 euro per ogni minore presente;
• +50 euro per ogni disabile presente.
“La domanda dovrà essere presentata in modalità agile attraverso un’autodichiarazione – che sarà disponibile già da domani mattina sul sito del Comune e di cui verrà data massima diffusione – allegando un documento di identità. La domanda dovrà essere inoltrata per posta elettronica al seguente indirizzo mail: [email protected]. Esclusivamente in via residuale per i soggetti impossibilitati ad utilizzare le suddette modalità sarà dato appuntamento allo sportello sociale per la presentazione della domanda. Saranno indicati, nei prossimi giorni, i numeri di telefono che possono garantire supporto telefonico alla compilazione delle domande. Le modalità di erogazione dei buoni spesa verranno comunicate nelle prossime ore. Ovviamente” – conclude l’Ass.re Tassinari – “l’Amministrazione Comunale procederà ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive prodotte. Qualora dal controllo emergesse la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera e verrà segnalato all’autorità giudiziaria.”